Ponza


Comune di Ponza – (LT)

Informazioni

  • Codice Catastale: G871
  • Codice Istat:
  • CAP: 4027
  • Numero abitanti: 3360
  • Nome abitanti: ponzesi
  • Altitudine: 10
  • Superficie: 10
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Lo studio geologico delle rocce e dei depositi fa risalire la nascita dell’Arcipelago Pontino tra la fine del Terziario e il Quaternario antico. La formazione delle isole sarebbe inoltre avvenuta in un processo durato almeno 500 mila anni.
Ci sono diverse leggende sull’etimologia del nome dell’isola di Ponza, Omero fece derivare il nome dell’isola dal latino “eos”, uno dei nomi dell’Aurora, invece per il Boccaccio, Ponza era il luogo “dimenticato da Dio e da tutto” perché lontano dalla terraferma.
Ponza è collegata anche alla leggenda della maga Circe che, dopo aver ucciso il marito, fuggì proprio su quest’isola.
Grazie alle ricerche condotte nell’isola di Ponza dall’archeologo Schneider e dal figlio, sono stati rinvenuti alcuni reperti ceramici che testimoniano la presenza nell’isola di insediamenti capannicoli che si fanno risalire all’Età del Bronzo Antico e al Neolitico.
Le isole Pontine, inoltre, vennero a far parte dell’antica “via dell’ossidiana”; la scura roccia vetrosa, di cui era ricca l’isola di Palmarola, veniva trasportata a Ponza e a Zannone e qui lavorata. Tracce rilevanti sono state lasciate dai Romani, i primi a costruirvi vere e proprie strutture come gli acquedotti, tutt’oggi esistenti e funzionanti, ma anche gli Etruschi e i Greci, sfruttarono il territorio come base marittima per bloccare i commerci dei paesi ostili.
L’isola nel corso dei secoli subì diversi attacchi da parte dei Saraceni che riuscirono a conquistarla nell’845 d.C. sconfitti solo dalle repubbliche Marinare di Gaeta e Amalfi.
Nel periodo contemporaneo Ponza ospitò Mussolini durante la fase finale del conflitto mondiale ed il futuro Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Stemma Ridisegnato


Reperito da: Luigi Ferrara

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


Una Torre sul mare sormontata da una corona regale il tutto tra due rami d’alloro

Colori dello scudo:
argento

Gonfalone ridisegnato


Reperito da: Luigi Ferrara

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


“Drappo partito di bianco e di rosso…”

Colori del gonfalone: bianco, rosso
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,