Palermo


Città di Palermo – (PA)

Informazioni

  • Codice Catastale: G273
  • Codice Istat:
  • CAP: 90100
  • Numero abitanti: 655875
  • Nome abitanti: palermitani
  • Altitudine: 14
  • Superficie: 14
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Le origini di Palermo si fanno risalire tra l’VIII e il VII secolo a.C., all’epoca della colonizzazione dei Fenici. Ma, in precedenza, il sito – posto ai margini di una vasta e fertile conca abbondante d’acqua – era stato frequentato dai Sicani (provenienti dal sud Italia o, forse, dalla Spagna) nel terzo millennio, dai Cretesi nella seconda metà del secondo millennio, dagli Elimi (provenienti, secondo la tradizione, dalla distrutta di Troia) intorno al XII secolo a.C. e dai Greci nell’VIII secolo. Il nome è, appunto, greco e vuol dire “tutto porto” (παν-όρμος), dovuto alla facilità d’accesso dal mare.

Due fiumi, quelli che poi furono chiamati Papireto e Kemonia, formavano una penisoletta lunga circa un chilometro dove sorse il primo nucleo della città (Paleopoli), e che si trovava nella zona dell’attuale Palazzo Reale; attorno al IV secolo a.C. venne fortificato tutto il territorio tra i due fiumi (Neapoli). L’emporio fenicio-cartaginese, dopo un vano attacco del siracusano Dionisio I nel V secolo a.C., fu uno dei cardini della contesa tra Roma e Cartagine all’epoca delle guerre puniche.

Tratto dal sito ufficiale del Comune di Palermo dove è possibile trovare notizie più complete.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Fonte: Luigi Ferrara

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“Di rosso all’aquila romana d’oro ad ali aperte, tenente con gli artigli una fascia carica delle iniziali “S.P.Q.P.””.

D.C.G. del 18 maggio 1942.

Colori dello scudo:
rosso
Oggetti dello stemma:
aquila

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo di rosso, frangiato d’oro caricato dell’aquila romana d’oro ad ali spiegate, tenente con gli artigli una fascia carica delle iniziali S.P.Q.P. Le parti di metallo ed i cordoni saranno dorati. L’asta verticale sarà ricoperta di bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’oro”

Colori del gonfalone: rosso

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Antico diritto

    • Decreto del Capo del Governo (DCG) di riconoscimento – 18/05/1942