Monaco


Comune di Monaco – (MC)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Lo stemma del municipio (mairie) della capitale del principato di Monaco ha adottato, in funzione “parlante” la figura di un monaco, una delle due che sono gli abituali tenenti dello stemma principesco, esso tiene uno scudo ovale con l’arme Grimaldi ed è posto su una collinetta verde a simboleggiare la posizione della città.

 

È stato recentemente oggetto di un restyling grafico, per gli usi della comunicazione istituzionale.

Il municipio di Monaco è erede dell’istituzione del XIII secolo, allorché la comunità si organizzò per garantire e proteggere gli interessi della città, l’assemblea generale (Parlement) presieduta dalla Signoria (Seigneur: ossia il Principe Sovrano o un suo delegato) eleggeva i suoi rappresentanti (integrati da alcuni membri di diritto).

Nel XVI secolo il Consiglio cittadino era composto da 4 syndics e 12 conseillers, presieduto dal Podestat, assistito da alcuni ufficiali comunali eletti annualmente per la festa di San Michele (29 settembre).

Nel 1790 il principe Onorato III stabilì un Conseil di 18 membri. La Rivoluzione cambierà, per breve tempo, l’organizzazione delle magistrature municipali del Principato.

 

Con la Costituzione del 1911 il Principato venne diviso in 3 comuni distinti: Monaco-città, la Condamine, Monte-Carlo. Ognuno con a capo un maire di nomina sovrana e un Conseil eletto di 9 membri, gli interessi comuni sono gestiti da una Commission Inter-Communale il cui presidente è nominato dal Principe.

 

Tutti i membri dei Consigli comunali riuniti formano il Conseil National che si riunisce nella sede della mairiemonegasca.

Dopo la prima Guerra Mondiale, su istanza della popolazione, viene istituito il comune unico di Monaco. Dal 1918 il consiglio comunale è formato da 15 membri, che devono avere la nazionalità monegasca, eletti per tre anni a suffragio universale diretto.

Con la Costituzione del 1968 e con la riforma amministrativa (legge n° 959 del 24 luglio 1974 sulla organizzazione municipale modificata con legge n° 1.316 del 29 giugno 2006) la durata del mandato consigliare passa da tre a quattro anni.

 

Le principali missioni del Consiglio Comunale sono:

 

  • Azione Sociale, soprattutto in favore della Prima Infanzia (Servizio di Nido) e della Terza Età.
  • Animazione e Manifestazioni della città, gestione degli spazi culturali
  • Azione Culturale e Artistica, con la gestione della Ecole Supérieure d’Arts Plastiques, l’Accademia Ranieri III, la Mediateca e il Giardino Esotico.
  • Sovvenzioni alle associazioni culturali, sportive e ricreative.
  • Gestione delle strutture sportive municipali.
  • Gestione dello Stato Civile, dell’Anagrafe, dei mercati e del Cimitero municipale.
  • La Polizia Municipale.
  •  

A carico della municipalità è anche l’organizzazione delle elezioni, sia nazionali che comunali.

 

In Consiglio Municipale è consultato obbligatoriamente dal Ministro di Stato per tutti i progetti importanti di Lavori pubblici, Edilizia Pubblica e Privata.

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Non ancora una blasonatura

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,