Londa


Comune di Londa – (FI)

Informazioni

  • Codice Catastale: E668
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 1874
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Londa, piccolo centro sulle pendici fiorentine del Pratomagno, fu detta un tempo Isola in Val di Sieve, «per la ragione forse che restava isolato da varii corsi d’acqua che scendono dai monti superiori», come sottolinea il Repetti, dal quale si apprende anche che «insieme con i castelli del Pozzo, di S. Leolino, di Fornace, di Rincine, ed altri casali di questa contrada, a partire almeno dal secolo XI, appartenevano ai conti Guidi».

Il territorio venne suddiviso in epoca medicea in vari piccoli feudi, che solo con la riforma Leopoldina del 1774 vennero soppressi, fino alla definitiva costituzione della Comunità.

In ottemperanza alle richieste delle Autorità, il 6 giugno 1859 venne dato incarico al gonfaloniere «di far eseguire uno stemma del Comune di Londa, secondo il modello esistente nell’Archivio delle Riformagioni, a forma del certificato estratto nel 12 aprile 1853, consistente in una squadra trapuntata di rose e intrecciata con un’onda in campo azzurro».

Dalle successive delibere si apprende che venne corrisposta all’avvocato Luigi Passerini «la somma di lire 23,10 in suo rimborso delle spese occorsogli nella provvista dello stemma del comune e di un sigillo in ottone con l’impressione di detto stemma».

Lo stesso Passerini, nel 1864 scriveva che Borghetto di Londa si era sviluppato attorno alla casa di fattoria dei Passerini, che fin dal Medioevo vi ebbero una tenuta vastissima; «per questo usa, almeno sino dal secolo XVII, lo stemma dei Passerini, ossia l’archipenzolo d’argento caricato di tre rose rosse nel campo azzurro, e lo differenzia colla onda dorata, che attraversa in banda tutto lo scudo».

Nonostante le polemiche suscitate all’epoca da questa scelta, lo stemma è tuttora in uso.

Nota a cura di Michele Turchi.

Bibliografia:

Emanuele REPETTI, Dizionario Geografico, Fisico, Storico della Toscana, contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, Ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana, Firenze, presso l’Autore ed Editore, 1833-46, alla voce.

Luigi PASSERINI, Le armi dei Municipj Toscani. Illustrate dal cav. Luigi Passerini, pubblicate per cura di Angiolo Mariotti incisore, Firenze, Tip. E. Ducci, 1864, p. 243.

Massimo CERTINI, Londa, un’«isola» nella Val di Sieve, in «Corrispondenza», 63, luglio 2013, pp. 25-28.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Michele Turchi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“D’azzurro, allo scaglione d’argento, caricato di tre rose di rosso, e attraversato da una banda ondata d’oro”.

Colori dello scudo:
azzurro
Oggetti dello stemma:
rosa
Pezze onorevoli dello scudo:
banda ondata, scaglione
Attributi araldici:
attraversato, caricato

Gonfalone ridisegnato


Reperito da: Luigi Ferrara

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


Drappo di azzurro…”

Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,