Introd


Comune di Introd – (AO)

Informazioni

  • Codice Catastale: E306
  • Codice Istat:
  • CAP: 11010
  • Numero abitanti: 635
  • Nome abitanti: introlins
  • Altitudine: 880
  • Superficie: 880
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 16.0

Storia dello stemma e del comune

Gli smalti dello stemma, azzurro e argento, sono tratti dallo scudo dei nobili Sarriod, signori del luogo dal 1263, quando Guillaume Sarriod, appartenente a una famiglia originaria di Saint-Nicolas, acquisì i diritti giurisdizionali detenuti da Pierre d’Introd, figlio di quell’Ugo di Bard che nel 1242 era stato spossessato dal conte Amedeo V di Savoia dell’importante fortezza omonima. I Sarriod, che nel 1420 si divisero nei due rami D’Introd e De La Tour, portavano: d’argento alla banda d’azzurro caricata di tre leoncelli d’oro, linguati di rosso. Il ramo cadetto, quello dei Sarriod de La Tour, che si estinse nel 1923 con la morte della contessa Christine-Elise, aggiunse una torre di rosso murata di nero nel cantone sinistro del capo. I Sarriod d’Introd portano tuttora lo stemma puro della casata.
Completano lo stemma municipale la raffigurazione del castello, che risale al XII secolo, ma fu radicalmente restaurato tra il 1912 e il 1915; e una stella a otto raggi, che simboleggia le frazioni del Comune.
La cappella sconsacrata della Sacra Sindone, in località Plan d’Introd, presenta al centro della volta un blasone visibilmente ispirato a quello dei Sarriod, che sembra risalire al primo Novecento ed è forse una prima versione dello stemma municipale: d’argento, alla banda d’azzurro caricata di tre leoncelli d’oro linguati di rosso, accompagnata in capo da un giglio bianco (sic) e da un castello fondato in punta, torricellato di un pezzo e aperto nel campo, il tutto al naturale. Lo scudo è sostenuto da due palme decussate in punta al naturale e coronato d’oro all’antica. Lo cima un incongruo cappello da vescovo, probabile resto di un precedente stemma, ridipinto nella forma descritta.

Nota di Joseph Rivolin

Lo stemma del Comune di Introd (dal latino INTRA, “in mezzo”, alle valli del Savara e della Dora di Rhêmes) si compone di uno scudo azzurro, attraversato da una banda diminuita d’argento che lo divide in due parti. Nella parte superiore è rappresentato il principale monumento cittadino: il castello del XIII secolo, rappresentato in pietre d’argento murate di nero. Nella parte inferiore è una stella d’argento di otto punte.
L’attuale castello d’Introd è il risultato dei restauri “in stile” del 1910 curati dall’arch. Chevalley che lo trasformò da poligonale a circolare, alterandone pesantemente le strutture già danneggiate da un incendio del XIX secolo.
Il maniero apparteneva nel XIII secolo ai signori di Bard. Guglielmo e Ugo si macchiarono però di gravi crimini, al punto da convincere Amedeo IV di Savoia a estrometterli dal feudo nel 1242.
Marco, figlio di Guglielmo, prese le distanze dal padre fino a riguadagnare la fiducia dei Savoia e riottenere l’investitura feudale. Col divieto, però, di abitare il forte d’Introd. Per questo Marco prese dimora a Sarriod, nella piana di Saint-Pierre (da cui l’agnome successivo della famiglia: Sarriod d’Introd).
Comunque già nel 1244 Marco restaura il castello d’Introd.
Nel 1420 Amedeo VIII interviene nel contrasto tra Ibleto e Giovanni Sarriod d’Introd e assegna a Ibleto il feudo di Introd, a Giovanni quello di La Tour. Nel contempo vengono fissate le insegne araldiche: alcuni sostengono che la stella ad otto punte dello stemma dei Sarriod, poi passato al Comune d’Introd, ricordi la forma poligonale del castello.
Nel 1648 i Sarriod cedono Introd a Pietro Filippo Roncas, marchese di Caselle.
Nel XIX secolo è proprietà dei Calani.

Dal 1992 papa Giovanni Paolo II trascorre brevi periodi di vacanza nella frazione di Les Combes, per cui nel 2001 il Comune ha proposto di ridenominare la località LES COMBES DU PAPE.


Note di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Non ci sono altre immagini

Profilo araldico


“D’azzurro alla banda diminuita d’argento, con nel cantone sinistro il castello di Introd d’argento murato di nero e nel cantone destro una stella d’argento di otto punte”. Ornamenti esteriori di Comune”.

D.P.R. 18 giugno 1971

Colori dello scudo:
azzurro

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo d’azzurro riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dallo stemma del Comune con l’iscrizione centrata in argento: Comune di INTROD. Le parti di metallo e i cordoni argentati. L’asta verticale ricoperta di velluto del colore del drappo, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta a nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 18/06/1971 Guarda il decreto