Gießen


Comune di Gießen – (GI)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Giessen (Gießen) è una città della Assia (Hessen), dal 1981 capoluogo del Distretto Governativo (Regierungsbezirk)  e del Circondario (Landkreis) omonimi. Si fregia del titolo di “Città con status speciale” (Sonderstatusstadt) ed è sede di una importante Università.

Le prime testimonianze di insediamento risalgono al 775, riferite al sobborgo di Wieseck. Nel 1152 il conte palatino Wilhelm von Gleiberg di Tubinga vi costruì un castello, e nel 1567 la città entrò a far parte del langraviato di Hessen-Marburg; poi del principato di Assia-Darmstadt nel 1604: Ludwig V von Hessen-Darmstadt fondò l’Università (Luterana, che oggi porta il nome del celebre chimico Justus von Liebig) nel 1607.

Napoleone Bonaparte creò il Granducato di Assia nel 1806, ma dopo la Prima Guerra mondiale divenne lo Stato d’Assia.

Il toponimo è documentato dal 1197, in riferimento alla posizione in mezzo a diversi corsi d’acqua, laghi e zone umide, il fiume più importante è il Lahn, che divide la città in due parti.

Dal 1977 Giessen venne fusa assieme a Wetzlar e altri 13 Comuni nella nuova città di Lahn, in un tentativo di rinnovamento dell’amministrazione locale che però ebbe durata effimera (l’8 gennaio 1979 ogni centro riottenne la propria autonomia).

Lo stemma si blasona: “D’argento, al leone di rosso, armato e lampassato d’azzurro, alato di nero” (in tedesco corrisponde a: “In Silber ein schwarz geflügelter, blaubewehrter und blaugezungter roter Löwe”).

È stato concesso formalmente il 29 aprile 1916 dal Granduca Ernst Ludwig d’Assia. Gli antichi sigilli della città, che risalgono almeno al 1248, mostravano una figurazione diversa: in essi era rappresentato il conte palatino di Tubinga a cavallo con scudo e vessillo della Chiesa, in punta era insignito di un giglio e accompagnato dalla legenda “WILLEMUS DEI GRACIA PALATINUS COM [ES] IN TVI [N] GI [N]”.

All’inizio del XIX secolo lo stemma venne ulteriormente modificato: il leone rosso in campo azzurro, antico simbolo dell’Assia, rappresentato uscente da una “G” gotica alata di nero e sormontata da una corona d’oro a torrette alternate da trifogli verdi.

Lo stemma che fu inizialmente pensato per la città di Lahn, portava l’aquila nera di Wetzlar, con in cuore lo stemma di Giessen. Dopo lo scioglimento della città nel 1979 entrambe le città hanno ripreso il loro vecchio stemma.

Dal 1998 è gemellata con la città di Ferrara

Nota di Massimo Ghirardi

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“D’argento, al leone di rosso, armato e lampassato d’azzurro, alato di nero”

Colori dello scudo:
argento
Oggetti dello stemma:
leone
Attributi araldici:
alato, armato, lampassato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,