Chianciano Terme


Comune di Chianciano Terme – (SI)

Informazioni

  • Codice Catastale: C608
  • Codice Istat:
  • CAP: 53042
  • Numero abitanti: 7447
  • Nome abitanti: chiancianesi
  • Altitudine: 475
  • Superficie: 475
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 72.2
  • Distanza capoluogo: 72.2

Storia dello stemma e del comune

Prima del D.P.R. del 1 ottobre 1957, il comune si chiamava semplicemente Chianciano.

Il toponimo potrebbe derivare dal nome latino “Clancius” oppure “Plancius”, con il suffisso prediale “-anus”; tuttavia alcuni studiosi ipotizzano che il nome possa derivare dalla costruzione “cis-Clanas” ossia ‘al di qua del fiume Chiani”.

Secondo la tradizione i Romani costruirono un tempio dedicato a JANUS (Giano) di forma ottagonale: l’attuale stella d’oro a otto punte dello stemma comunale richiamerebbe proprio la forma del tempio pagano, che sorgeva nel sito dell’attuale Collegiata.

Le fonti termali erano invece ben note fin dalla remota antichita’ e particolarmente sfruttate dagli Etruschi.

I Romani poi le denomineranno FONS CLUSINAE (dalla vicina citta’ di Chiusi).

Nel XI-XII secolo furono proprieta’ prima dei Vallomborosani e poi dei Camaldolesi.

Del 1072 e’ il primo documento che la menziona; epoca in cui e’ soggetta ai Manenti, conti di Chianciano e Sarteano, nobili orvietani.

Dal 1244 al 1264 i Manenti si allearono alternamente a Orvieto e Montepulciano, quindi tra Orvieto e Siena.

Per cio’ alla fine furono duramente puniti dagli orvietani.

Nel 1280 Chianciano si diede ordinamento comunale e promulgo’ lo statuto, eleggendo le proprie legislature, pur essendo soggetti ai Monaldeschi di Orvieto.

Per la posizione e per i confini si trovo’ a scontrarsi spesso con Montepulciano, i territori vennero poi formalmente definiti con l’intervento della potente Orvieto.

Nel 1556 passo’, con la Repubblica di Siena, al Gran Ducato di Toscana di Cosimo I de’ Medici.

Fino al 1957 era nota come BAGNI DI CHIANCIANO, quindi CHIANCIANO TERME.

 

Nota di Massimo Ghirardi

Si ringrazia Roberto Pinca per la cortese collaborazione.

Stemma Ridisegnato


Reperito da: Anna Bertola

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“Di rosso ad una stella d’oro, raggiata di sei.”

Colori dello scudo:
rosso
Oggetti dello stemma:
stella
Attributi araldici:
raggiato
Profilo Araldico

“Drappo partito di giallo e di rosso.”

Gonfalone ridisegnato

Fonte: www.radicedidue.com/Toscana

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: giallo, rosso
Partizioni del gonfalone: partito
Profilo Araldico

“Drappo partito di giallo e di rosso, caricato dello stemma Comunale di cui al D.P.R. 7 ottobre 1980. L’asta sarà ornata dalla cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali”.

bandiera ridisegnata

Fonte: Archivio Centrale dello Stato

Reperito da: Giancarlo Scarpitta

Disegnato da: Bruno Fracasso

bandiera Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 07/02/1980
    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 08/02/2019