Casale di Scodosia


Comune di Casale di Scodosia – (PD)

Informazioni

  • Codice Catastale: B877
  • Codice Istat:
  • CAP: 35040
  • Numero abitanti: 4888
  • Nome abitanti: casalesi
  • Altitudine: 13
  • Superficie: 13
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 51.9

Storia dello stemma e del comune

La raffigurazione della cornucopia (vaso in forma di corno traboccante di frutta e di fiori) sta a simbolo di fertilità e di abbondanza. Essa è da collegare alla fiorente economia rurale della zona che trovò particolare sviluppo durante il periodo di dominazione veneziana durante il quale si ebbero interventi di bonifica. Eccezionale sviluppo ottenne lo sviluppo della canapa, destinata all’arsenale militare della Serenissima.

 

A proposito l’ottocentesco Dizionario Corografico dell’Italia riporta a proposito di Casale: “il suo territorio è assai bene irrigato, ed essendo ricoperto di un terriccio vegetale, Ë atto specialmente alla coltivazione del gran turco, delle canape e del frumento, i cui prodotti sono in vero copiosissimi”

 

Le due stelle vogliono ricordare che un tempo il paese era legato a Montagnana, tradizionale capitale dell’antica Scodosia. L’incorporazione fu decisa solennemente il 25 ottobre 1597, ma gi‡ dal 1199 il paese era legato da vincoli di sudditanza.

 

Per quanto riguarda il gonfalone la Regia Commissione Araldica in data 15 febbraio 1929 aveva proposto l’adozione di una “bandiera” bianca con bordura dentata di rossa e gialla. La pratica non ebbe seguito.

 

L’Amministrazione Comunale nel maggio 1981, d’accordo anche con gli organizzatori del Palio Montagnanese confermarono i colori rosso e verde, già usati durante il caratteristico ed importante carnevale di Casale per identificare il paese. Dapprima si propose un drappo “tagliato di verde e di rosso” e poi, nella disposizione imposta dalla Presidenza del Consiglio in sede di ufficializzazione nel 1995 il gonfalone divenne “di verde con la bordatura di rosso”.

 

 

 

Nota di Giancarlo Scarpitta

 

Prima del R.D. dell’11 agosto 1867 si chiamava semplicemente Casale. Il toponimo è composto dalle parole “Casale” e “Scodosia”; la seconda parte risale al termine longobardo latinizzato “sculdasia” con significato di ‘territorio retto da uno sculdaso, ossia, una sorta di sindaco.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Giancarlo Scarpitta

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“Di rosso alla cornucopia riversata d’argento, ripiena di spighe e di frutta, al naturale, accompagnata in capo da due stelle di sei raggi d’oro, poste in fascia. Ornamenti esterni da Comune”.  

Colori dello scudo:
rosso
Oggetti dello stemma:
cornucopia, frutta, spiga, stella raggio

Gonfalone ridisegnato


Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


“Drappo di verde bordato di rosso…”

Colori del gonfalone: rosso, verde

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Regio Decreto (RD) di concessione – 24/06/1929
    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 05/04/1995