Brusasco


Comune di Brusasco – (TO)

no comune

Informazioni

  • Codice Catastale: B225
  • Codice Istat:
  • CAP: 10020
  • Numero abitanti: 1760
  • Nome abitanti: brusaschesi
  • Altitudine: 170
  • Superficie: 170
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 37.0

Storia dello stemma e del comune

Attualmente il Comune di Brusasco fa attualmente uso di uno stemma che si descrive araldicamente come: “Di nero alla fenice d’argento sulla sua immortalità, il tutto accompagnato nei cantoni del capo da due stelle d’argento”. Questo stemma, in cui è normalmente presente anche un capo di rosso, sembra derivare da quello riconosciuto il 20 dicembre 1938 dal Capo del Governo al comune di Brusasco-Cavagnolo e che si blasonava: “Di nero alla fenice d’argento sulla sua immortalità, fissante quattro stelle (1-2-1) dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune”; il tutto sotto il Capo del Littorio come previsto dalle leggi vigenti all’epoca; il Capo del Littorio stesso, che, a norma di legge, dovrebbe essere completamente eliminato, è quasi certamente all’origine del capo di rosso usato attualmente da Brusasco.

Il Comune di Brusasco-Cavagnolo fu creato nel 1927 dalla fusione dei comuni di Brusasco, Cavagnolo, Marcorengo e Brozolo (a questi quattro centri fanno riferimento le quattro stelle) e si sciolse nel 1948, quando Brozolo tornò Comune autonomo, seguito nel 1957 da Cavagnolo; rimanendo quindi il solo Marcorengo frazione di Brusasco (i due centri simboleggiati dalle due sole stelle rimaste nello stemma attuale).

Il fatto che lo stemma di Brusasco-Cavagnolo sia stato riconosciuto dal Capo del Governo (e non concesso dal Re) presuppone che l’emblema, secondo la prassi vigente all’epoca, fosse in uso da almeno cento anni, cosa impossibile, evidentemente, per un Comune creato solo 11 anni prima della concessione stessa. L’unica ipotesi è che quindi che lo stemma riconosciuto, o uno molto simile, fosse in uso da parte di uno dei comuni componenti la nuova entità amministrativa, con tutta probabilità Brusasco stesso, al quale vennero aggiunte le stelle.


Nota di Bruno Fracasso, Massimo Ghirardi, Giovanni Giovinazzo e Giancarlo Scarpitta

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini





Profilo araldico


“Di nero alla fenice d’argento sulla sua immortalità, il tutto accompagnato nei cantoni del capo da stelle d’argento. [Capo del Littorio]. Ornamenti esteriori da Comune”.

Colori dello scudo:
nero

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo di rosso caricato di una cinta di bianco…”

R.D. 15 dicembre 1938

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Regio Decreto (RD) di concessione – 15/12/1938