Baden bei Wien


Comune di Baden bei Wien – (BN)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Baden bei Wien è la città capoluogo del distretto (Bezirkshauptstadt) di Baden, nella Bassa Austria (Niederösterreich), a sud ovest della capitale Vienna, che ne ha dato il determinante toponomastico adottato ufficialmente nel 2016.

 

Il toponimo precedente “Baden” (Bagni/Terme) indica la presenza delle fonti termali, note da tempo immemore, e traduce il primo nome, Aquæ, dato dai Romani ai tempi di Claudio (41-54 a.C.) che la identificarono anche come Thermae Pannonicae.

 

Nell’869 è documentato un “Palatium ad Padun” dove Carlo Magno tenne corte, forse lo stesso palazzo che diventerà il castello nel 1125.

 

Ebbe il titolo e i diritti di “città” nel 1480, a quell’epoca risale anche la concessione del sigillo dal quale è derivato lo stemma della città. 

 

Con le invasioni turche la città venne distrutta per ben due volte, nel 1529 e nel 1683, e gravi danni vennero inferti anche durante i tumulti del periodo della Riforma e della peste del 1713 alla quale seguì un devastante incendio nel 1714 passato alla storia come “il grande incendio”.

 

La città venne nuovamente distrutta dal fuoco nel 1812 e venne ricostruita nello stile “Biedermeier” e dove numerosi artisti (tra i tanti: Mozart, Beethoven, Schubert, Strauss padre…) trascorsero dei lunghi periodi di cura, ad essi si era da tempo unito anche l’imperatore Francesco I dal 1796 al 1834, che contribuì a fare di Baden una elegante stazione termale alla moda e visse il periodo di massimo splendore nella prima metà del XIX secolo; numerosi edifici dell’epoca sono stati conservati, molti dei quali progettati dall’architetto Joseph Gerog Kornhäusel, ad essi si unì il Casinò nel 1934.

 

L’incorporazione dei territori dei comuni di Leesdorf e Gutenbrunn nel 1850 e l’unione con Weikersdorf nel 1912 portarono all’estensione dell’attuale territorio comunale.

 

Lo stemma cittadino venne ufficialmente concesso dall’imperatore Federico III nel 1480 e mostrano lo stemma dell’Austria con una tinozza, entro la quale un uomo e una donna stanno prendendo un bagno caldo. Si tratta decisamente di uno stemma “parlante” e leggibile come un rebus: “Bagni in Austria” per antonomasia.

 

 

Nota di Massimo Ghirardi

Si ringrazia Paolo Corghi per a gentile collaborazione

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo Araldico


Non ancora una blasonatura

Colori dello scudo:
argento, rosso
Partizioni:
fasciato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,