Asciano


Comune di Asciano – (SI)

Informazioni

  • Codice Catastale: A461
  • Codice Istat:
  • CAP: 53041
  • Numero abitanti: 7299
  • Nome abitanti: ascianesi
  • Altitudine: 200
  • Superficie: 200
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 27.4

Storia dello stemma e del comune

Lo stemma attuale del Comune di Asciano è stato concesso dal Presidente della Repubblica il 12 ottobre 1953.
La versione precedente, oltre all’ascia (elemento “parlante” dello stemma, anche se il toponimo deriva dal personale latino Axius), aveva una stella d’argento di sei punte nel cantone destro del capo e una luna d’argento nel cantone sinistro della punta.(note di Massimo Ghirardi)

Lo stemma riconosciuto al Comune è quello esistente nella raccolta di compilata verso il 1580 e concorda con quello che si trova nelle . Raccolte da Giovanni Antonio Pecci nei primi anni del secolo XVIII e conservate nell’archivio di Stato di Siena.
NOTA STORICA
Asciano, ricordato fin dall’VIII secolo, fu nel IX culla e feudo dei conti di Scialenga e dalla fine del secolo XII sotto Siena. I fiorentini vi sconfissero i senesi nel 1174 e nel 1231 lo presero e devastarono. Lo riebbe Siena e lo fortificò, tenendolo fino al 1551.
Monumenti importanti sono: le mura costruite da Siena nel 1351; la chiesa romanico-gotica di S. Francesco, la chiesa romanica di S. Agostino ed, infine, la Collegiata, bella chiesa ogivale in travertino, con pregevoli pitture sulle pareti della navata.
Note di Alberto Paolo Torri

Il toponimo deriva dal personale latino “Axius” con il suffisso “-anus”.

I comuni confinanti sono: Siena, Castelnuovo Berardenga, Rapolano Terme, Sinalunga, San Giovanni d’Asso, Trequanda.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Pasquale Fiumanò

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini


Nessun'altra immagine presente nel database

Profilo araldico


“Di rosso, alla branca di leone, recisa, posta in sbarra, d’oro, armata di nero, afferrante l’ascia con il manico, posto in palo, al naturale, e con il ferro d’argento, volto a sinistra, essa branca accompagnata dalla stella di sei raggi d’argento, posta nel canton destro del capo, e dalla mezzaluna montante, dello stesso, posta nel canton sinistro della punta. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 8 giugno 2007

Colori dello scudo:
rosso

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo di giallo con la bordatura di rosso….”

Colori del gonfalone: giallo, rosso
Partizioni del gonfalone: bordato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 08/06/2007
    • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) di riconoscimento – 12/10/1953
    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 05/06/1954