Ariano nel Polesine


Comune di Ariano nel Polesine – (RO)

Informazioni

  • Codice Catastale: A400
  • Codice Istat:
  • CAP: 45012
  • Numero abitanti: 4656
  • Nome abitanti: arianesi
  • Altitudine: 2
  • Superficie: 2
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 26.9
  • Distanza capoluogo: 26.9

Storia dello stemma e del comune

Ariano deriva il nome, probabilmente dall’aggettivo “Atrianum”, riferito ad un centro abitato di modeste dimensioni dipendente da Adria (la città di “Hatria” o “Atria” che ha dato il nome al mare Adriatico) posto a controllo del Flumen Tartarus, detto anche Atrianus, oggi noto come Canal Bianco, dove sorgerà un castello in epoca medioevale.

 

Successivamente divenne una “mansio” sulla via Popilia e assunse la denominazione di Hadriani o Radiani e venne identificato secoli più tardi come Ariano Austriaco o Ariano Sinistro (cioè sulla riva sinistra del Po di Goro); con R.D. del 7 luglio 1867 n. 3807 venne sancito il determinante toponomastico nel Polesine.

 

Lo stemma civico, che richiama l’antico castello, è in uso da tempo, nelle versioni più antiche la torre è più simile ad un castello, munito di tre piccole torri. Nella versione formalmente concessa con RD del 17 dicembre 1931 si blasona: “Campo di cielo, alla torre quadrata di rosso, merlata alla ghibellina con tre guardiole coperte dello stesso, aperta e murata di nero, fondata sulla pianura di verde”.

 

Da notare che la versione in uso, seguendo alla lettera il blasone, dovrebbe avere porta e finestre nere (“…aperta e murata di nero”).

 

Il gonfalone è stato invece concesso successivamente, con RD del 4 giugno 1962, descritto come “…partito di rosso e d’azzurro”.

 

È gemellato con il comune francese di Pont-Sainte-Marie (Aube).

 

 

Nota di Bruno Fracasso e Massimo Ghirardi

 

 

 

Bibliografia:

 

AA.VV. DIZIONARIO DI TOPONOMASTICA. Storia significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997, p.44.

Stemma Ridisegnato


Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini



Profilo araldico


“Campo di cielo, alla torre quadrata di rosso, merlata alla ghibellina con tre guardiole coperte dello stesso, aperta e murata di nero, fondata sulla pianura di verde”.

Colori dello scudo:
campo di cielo
Oggetti dello stemma:
guardiola, pianura, torre
Attributi araldici:
aperto, coperto, fondato, merlato alla ghibellina, murato, quadrato
Profilo Araldico

“Drappo partito di rosso e di azzurro…”

Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Reperito da: Luigi Ferrara

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro, rosso
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Regio Decreto (RD) di concessione – 08/08/1930

      RR.LL.PP. 17 dicembre 1931