Kreuzauffindungkloster in Würzburg

(Convento del Ritrovamento della Croce di Würzburg) – Frati Minori di San Francesco (Minoriti



Altre immagini

Nessuna immagine

Nel 1219 ci fu un tentativo, da parte dei frati di San Francesco d’Assidi di insediarsi in questa regione della Germania, che non andò a buon fine. Nel 1221, la guida del frate minore di origine tedesca Caesar von Speyer, il tentativo ebbe successo, e i frati poterono presero residenza nel territorio del principato vescovile di Würzburg, presso quello che oggi è il Seminario della città, e assurgendo a primo insediamento francescano al nord delle Alpi.

La sede si rivelò troppo piccola per la crescente comunità e nel 1249 venne concessa la cappella di San Valentino con gli edifici e il terreno circostante.

 

All’epoca della Riforma luterana la comunità subì una forte crisi, nel 1559 solo tre frati risedevano nel convento dedicato al “Ritrovamento della Santa Croce” da parte di Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, la cui ricorrenza si celebra il 3 maggio.

 

Nel 1803, all’epoca della “secolarizzazione” della Baviera, il convento venne designato “in estinzione” e non venne consentito d accogliere novizi. Per fortuna nel 1840 questa decisione venne rivista.

 

Il 1945 segnò una svolta cruciale: il 3 e il 16 marzo, il monastero, la biblioteca e la chiesa furono colpite dai bombardamenti alleati, che causarono gravi danni. La Provincia Francescana tedesca però promosse la  ricostruzione della chiesa e del monastero, completata però solo nel 1971.

 

Nel 1986 un incendio danneggiò la chiesa, al punto che dovette essere ricostruita. La ristrutturazione degli interni del convento è stata completata nell’autunno 2013.

 

Oggi il monastero di Würzburg è sede della Provincia Francescana Minorita di Santa Elisabetta e vi ha sede il Ministro provinciale, l’amministrazione provinciale e il Noviziato.

 

Le parrocchie di Kist e Reichenberg sono seguite dalle cure pastorali dal convento di Würzburg.

 

Il chiostro e il giardino sono aperti liberamente al pubblico e sono utilizzati da molti cittadini della città, da ospiti e turisti che accedono dalla Franziskanergasse (Vicolo San Francesco).

 

Come altri dell’Ordine anche il convento di Würzburg usa lo stemma dell’Ordine, con le braccia incrociate davanti alla Croce.

 

Nel 2003 frate Tobias Mathei, infermiere diplomato originario del Palatinato e fondatore dell’opera di assistenza sanitaria per i senzatetto Würzburger Straßenambulanz (Autoambulanza stradale di Würzburg), ha imparato a produrre birra nel monastero nella ex falegnameria.

 

Dopo il suo trasferimento al monastero di Schwarzenberg nel 2016, vicino a Scheinfeld, anche la produzione è stata trasferita nella foresta del Steigerwald, succedendo al mastro birraio fratello Rufin Schmitt.

 

Fatel Tobias si reca ancora a Würzburg tre volte alla settimana per prendersi cura della sua autoambulanza. Frate Tobias è anche l’ideatore della annuale festa del monastero, che si tiene nel Kretzgarten, dove oggi si serve la birra prodotta dalle suore di Mallersdorf (dal “mastro birraio” suor Doris).