Land Federale di Vienna

Home » Lander austria » Land Federale di Vienna

Stato Federale Land Federale di Vienna

Wiener Bundesland

Informazioni
Storia del Land e dello Stemma
Il territorio del Land Federale di Vienna (Wiener Bundesland) corrisponde al territorio della capitale, che ne è anche il capoluogo amministrativo e sede del parlamento regionale.

Durante il dibattito costituzionale sulle forme amministrative del Paese tra il 1919 e il 1920, i deputati di Vienna intendevano separare la città dallo Stato della Bassa Austria. Questo nell’interesse anche degli altri Stati, dato che la Bassa Austria e Vienna avevano quasi la metà di tutti gli abitanti della Repubblica. Ciononostante le zone rurali della Bassa Austria erano contrarie alla separazione.

Il 1 ° ottobre 1920 si decise, formalmente a partire dal 10 Novembre 1920, con l’entrata in vigore della Costituzione Federale che il territorio di Vienna fosse uno Stato indipendente. Il Consiglio comunale di Vienna avrebbe avuto quindi le prerogative di un parlamento regionale federale, col sindaco facente funzione di governatore, e il 10 novembre 1920 venne sancito con la Costituzione della città di Vienna (in vigore dal 18 novembre).

Le proprietà e la separazione organizzativa della provincia della Bassa Austria e della città sono state negoziate nel 1921 con un’apposita “legge di separazione” del 29 dicembre 1921 (entrato in vigore il 1 gennaio 1922).

Con eccezione del periodo dal 1934 al 1938 e dal 1938 al 1945 (Wiener Reichsgau nazista) Vienna dal 10 novembre 1920 è un vero e proprio Stato, mentre il ruolo di capitale della Bassa Austria, dal 10 Luglio 1986, è stato attribuito a St. Pölten nella quale nel 1997 è stata spostata la sede del Parlamento Regionale.

Com’era prevedibile c’è stata una certa confusione tra gli stemmi della città e del Land di Vienna. Lo stemma deriva direttamente dal vessillo imperiale: “Di rosso alla croce d’argento” come è descritto all’art.1 della Legge sui simboli di Vienna Capitale Federale. Questo, oltre a rappresentare la città nel suo complesso, e precipuo del Distretto del centro, che usa il solo scudo rosso con croce d’argento (ogni Distretto del territorio comunale ha un suo proprio stemma).

La stessa Legge sui simboli di Vienna capitale federale, § 1. (2), prevede una seconda versione dello stemma: “Lo stemma può essere utilizzato anche in forma di scudo sul petto di una figura di aquila armata nera e dorata”. Questa è la forma riservata agli organi della regione del Land di Vienna.

L’aquila però compare anche sul sigillo federale di Vienna. § 2. prescrive anche che “Il sigillo di Vienna capitale federale mostra lo stemma nello scudo sul petto di un’aquila. Avente una legenda con le parole «Vienna capitale federale» o l’indicazione dell’organo del Comune di Vienna o del Land di Vienna che utilizza il sigillo.”

Questo notissimo simbolo ha una lunga storia, non del tutto chiarita.

I più antichi sigilli della città mostrano l’aquila che è verosimilmente derivata dallo stemma dei conti di Babenberg, signori dell’Austria, che avevano tra i loro stemmi lo scudo rosso alla fascia d’argento. Lo si trova in un sigillo apposto a un documento del 1228. Solo alla fine del secolo compare la croce: una moneta del 1278 mostra quattro scudi con la croce. I colori sono certi dal 1395 e da allora non sono stati modificati.

La prima combinazione dell’aquila con la croce compare in un sigillo del 1327.

L’imperatore Federico III il 26 settembre 1461 concede alla città l’uso di un’aquila a due teste con la corona come stemma e sigillo. Lo scudo fasciato non è menzionato. Lo stemma doveva sottolineare la posizione di Vienna come capitale e residenza imperiale. Però nel 1463 la città perse questo privilegio a causa della sua infedeltà nei confronti dell’imperatore durante varie guerre, questi trasferì i diritti alla città di Krems, ragione per la quale ancora oggi questa città usa questo stemma.

La città nel 1465 fece pace con l’imperatore e riottenne il privilegio dello stemma.

L’aquila bicipite con la corona e lo scudo crociato rimase invariato fino al 1925.

Con l’abolizione della monarchia nel 1918 fu adottato lo stemma federale. Nel febbraio 1925 dopo un lungo dibattito fu introdotto lo stemma di rosso alla croce d’argento. In una ulteriore decisione fu adottato l’uso dell’aquila come supporto, come appare sui sigilli del XIV secolo.

Nota di Massino Ghirardi

Il Comune e lo Stato federale di Vienna condividono la stessa sede: la famosa Rathaus di Vienna.
Profilo Araldico
“Di rosso alla croce d’argento”
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: rosso
Pezze onorevoli dello scudo: croce

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su