Doubs

Home » Départements » Doubs

Dipartimento Doubs

Informazioni
  • densità:
Storia del Dipartimento e dello Stemma
Il Doubs è una dipartimento della regione della Franca-Contea (Franche-Comté) che prende il nome dal fiume Doubs il cui nome proviene dal gallico Dubis cioè acqua nera in contrapposizione con Albus (Aube) acqua bianca.

Il suo capoluogo è la città di Besançon, che è anche capoluogo regionale. Gli abitanti vengono definiti indifferentemente Doubien(ne)s o Doubistes.

 

Fu popolata dai Sequani, popolo celtico dell’est della Gallia, poi fu territorio dei Romani fino al V secolo con capitale la città metropolitana di Vesontio (Besançon).
La provincia divenne in seguito feudo di Massimiliano I per motivi matrimoniali. Subì, in seguito, le invasioni dei Burgundi. Quando, nell’XI secolo fu fondata la contea palatina di Borgogna, ne fece parte per passare poi alla Francia a seguito, nel XIV secolo del matrimonio tra Filippo V e la contessa di Borgogna Giovanna II, pur conservando una minima autonomia.

Ma, nel 1477, il matrimonio tra Maria di Borgogna e Massimiliano d’Asburgo fece cadere questo territorio nelle mani dei Re di Spagna della casa d’Austria.

Nelle guerre di religione si trovò al centro di contese enormi. Ma, alla fine, nel 1678 ridivenne francese con la firma del trattato di Nimega che vide la cessione del territorio da parte della Spagna.

 

Il dipartimento nacque il 4 marzo 1790, durante la Rivoluzione Francese, in applicazione della legge del 22 dicembre 1789, a partire dalla provincia della Franca-Contea. Nel 1793 gli fu annessa la repubblica di Mandeure e, nel 1816 il principato di Montbéliard che aveva fatto precedentemente parte del dipartimento del Mont-Terrible (Monte-Terribile) e poi del Basso-Reno (Bas-Rhin).

Nel 1814, il Comune di Cerneux-Péquignot era stato annesso al cantone Svizzero di Neuchâtel in applicazione del trattato di Parigi.

Doubs

Lo stemma del Doubs riprende le armi della Franche-Contée, nella sua parte superiore, mentre la parte inferiore ricorda il fiume Doubs. Si blasonano « Coupé ondé, au premier d’azur semé de billettes d’or chargé d’un lion couronné du même, armé et lampassé de gueules issant de la partition;  au deuxième d’or à une fasce ondée d’azur ». (Troncato ondato, al primo seminato di billette d’oro caricate di un leone coronato dello stesso, armato e lampassato di rosso, nascente dalla partizione; al secondo d’oro a una fascia ondata di azzurro).

Lo stemma fu proposto nel 1950 da Robert Louis.

doubs1

Il primo logo del dipartimento e del suo Conseil Général riprendeva i colori della bandiera francese, messi in verticale e ne riproduceva i confini.

La bandiera riprendeva lo stesso logo su di uno sfondo bianco.

doubss

Verso il 2000 il logo fu cambiato e venne adottato un rettangolo azzurro verticale affiancato a sinistra (dx normale) da cinque triangoli isosceli con la punta rivolta a destra (sx normale) azzurro più scuro. Ogni triangolo è sovraccaricato da un piccolo rettangolo rosa con una funzione di cerniera tra le due parti. A sinistra (dx normale) il nome in lettere azzurre e sotto quello dell’ente.

La bandiera dipartimentale riproduce anche attualmente questo logo.

index

Attualmente è stato fatto un restyling del logo Utilizzando il lettering. Le lettere che compongono il nome del dipartimento sono utilizzate in modo grafico. I colori utilizzati sono il verde, a ricordo delle foreste e dei prati del territorio, l’azzurro per i fiumi e torrenti che lo percorrono e il marrone per rappresentare i territori spogli delle montagne. Il nome dell’ente compare sotto quello del dipartimento in caratteri marroni. Si conoscono molte varianti cromatiche del logo che tuttavia conservano la stessa armonia di colori.

 

Nota di Bruno Fracasso

Profilo Araldico
“Troncato ondato, al primo seminato di billette d’oro caricate di un leone coronato dello stesso, armato e lampassato di rosso, nascente dalla partizione; al secondo d’oro a una fascia ondata di azzurro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro, oro
Partizioni: troncato
Oggetti dello stemma leone
Attributi araldici: ondato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su