Valras-Plage

Home » Comuni » Valras-Plage

Comune di Valras-Plage (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Valras-Plage (in occitano Valràs de Plaja) è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

I suoi abitanti sono chiamati  Valrassiens eValrassiennes.

Nel dialetto locale significa zona piatta oppure valle piatta. Eistono tuttavia altre etimologie legate a nomi di luoghi vicini: è possibile che derivi dal nome romano di Valerius.

Si trovano tracce dell’età del bronzo, anche se questi si collocano prevalentemente verso gli altopiani piuttosto che sulla costa paludosa.

Nel periodo romano, si costruirono molti domini e le loro ville sempre al riparo dal littorale insalubre.

La villa romana detta Juxta Mare (vicino al mare) er auna proprietà di Valerius, un veterano della VII legione romana ed è forse questo nomen che dà il nome al territorio.

L’esistenza di Valras è citata in uno scritto dell’878, in un documento del vescovo di San Nazario di Béziers che cita “un piccolo villaggio attorno alla sua chiesa dedicata a Saint-Nartin, dove si sono installati alcuni religiosi”.

Nei secoli XI e XII la città passa sotto l’influenza del priorato di Notre-Dame-de-Grâce de Sérignan e il comune verrà diviso tra queste due autorità ecclesiastiche nel 1266.

Nel 1286, alla fine della Crociata di Aragona, la flotta di alfonso III, comandata dall’ammiraglio Roger de Lauria risale l’Orb fino a Sérignan. Le case di Valras, la chiesa di Saint-Martin, l’abbazia di Saint-Geniés vengono saccheggiate e distrutte. Gli abitanti, per sicurezza, si ritirano all’interno.

Nel 1331, viene stabilito un posto di guardia per sorvegliare la costa, ma, a causa delle invasioni di pirati e marittime il littorale resta poco popolato fino al 1630 quando viene costruita una ridotta a Sérignan.

Dal XIX secolo in poi, quando il turismo prenderà la prevalenza, l’agricoltura e l’allevamento, unitamente alla pesca, saranno le principali fonti di sostentamento.

Fino al 18 febbraio 1931, è una frazione di Sérignana, dopo di che diventa comune autonomo.

Lo stemma di Valras-Plage si blasona: « De gueules au soleil d’or mouvant d’une champagne d’azur, les rayons s’élargissant jusqu’aux bords de l’écu; à deux hippocampes affrontés d’argent, brochant sur le tout.  ».

In italiano: “Di rosso al sole di oro movente dalla campagna di azzurro i raggi allargantisi fino al bordo dello scudo; ai due ippocampi affrontati, di argento, attraversanti sul tutto”.



Una versione in uso dal comune prevede: ““Di rosso al sole di oro, raggiante, movente dalla campagna di azzurro; ai due ippocampi affrontati, di argento, attraversanti sul tutto”.



Lo stemma appare nell’armoriale del D’Hozier con la figurazione di molti stemmi attribuiti al momento della stesura. Si blasona: “Di azzurro, alla pergola scaccata di nero e di oro”.



Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Di rosso al sole di oro movente dalla campagna di azzurro i raggi allargantisi fino al bordo dello scudo; ai due ippocampi affrontati, di argento, attraversanti sul tutto”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini



Colori dello scudo: azzurro, rosso
Oggetti dello stemma affrontato, allargante, attraversante, bordo, campagna, ippocampo, movente, raggio, scudo, sole

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su