Sens

Home » Comuni » Sens

Comune di Sens (89)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

La città di Sens si trova nel Dipartimento dello Yonne, nella Regione della Borgogna. Fu l’antica capitale della tribù dei Galli Senoni; che venne poi latinizzato in Agendicum, capitale della Senonia, che è ricordata per essere stato l’acquartieramento invernale dell’armata romana al comando di Giulio Cesare, tra il 53 e il 52 a.C., impegnato nella conquista della Gallia.

Durante l’impero di Costantino la città divenne il capoluogo della IV Regio “Lionese” e inglobò anche il territorio della tribù dei Galli Parisii (dai quali viene il nome di Paris). La sua importanza commerciale, strategica e culturale ne fece la sede di un’importante arcidiocesi (fino al XVII secolo, l’arcivescovo di Sens porterà il titolo di “Primate di Gallia”; il vescovo di Parigi sarà suo suffraganeo, assieme a quelli di Chartres, Auxerre, Meaux, Paris, Orléans, Nevers e Troyes1): l’evangelizzazione della regione è attribuita al vescovo san Saviniano (Savinien) intorno al 240 e della martire santa Colomba (Colombe).

Della contea di Sens, fin dall’epoca merovingia, furono  investiti i più alti esponenti della monarchia francese2. Con la morte di Renard “il brutto” nel 1055 il feudo venne unito alla Corona definitivamente. Il re di Francia ebbe una propria residenza in città (l’attuale sede del Tribunal de Grande Instance) e, tra gli altri immobili, una torre rotonda e un torrione quadrato (forse all’origine della figura al centro dello stemma cittadino, di fatto formato da una torre posta al centro dello stemma reale “d’azzurro seminato di gigli d’oro” o “di Francia antica”).

Lo stemma della città di blasona: “D’azur à la tour d’argent accompagnée de six fleurs de lys d’or, trois en chef, une à chaque flanc et une en pointe” (D’azzurro, alla torre d’argento accompagnata da sei gigli d’oro, tre in capo, uno per ogni fianco e uno in punta); e si completa con il motto: Urbs Antiqua Senonum (Antica Città di/dei Senoni).

Dal 1 gennaio 2008 parte del suo territorio si è distaccata andando a formare il nuovo comune autonomo di Rosoy.

 

(1): questi iniziali sette vescovadi costituirono una provincia ecclesiastica di eccezionale importanza, e l’acrostico CAMPONT, che compare sotto le armi del Capitolo della Cattedrale di Sens, è formato dalle iniziali delle sette Diocesi. Il titolo di “Primate di Francia” venne dal XII secolo rivendicato dal vescovo di Lione, precedentemente suffraganeo di quello di Vienne, che assunse in quel modo la dignità arciepiscopale, suscitando però l’ira d Luigi VI di Francia, dato che Lione era feudo imperiale e non delle corona francese. La questione venne risolta da Francesco I, che fece designare l’arcivescovo di Lione “Primate di Gallia” e quello di Sens “Primate di Gallia e di Germania” con residenza a Parigi, al celebre “Hôtel de Sens”. Nel 1622 verrà creata la sede arcivescovile di Parigi, alla quale verranno unite le sedi episcopali di Chartres, Meaux, e Orléans.

(2): secondo alcuni autori è proprio dai conti di Sens che ha avuto origine la dinastia dei duchi di Savoia.

 

Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“D’azzurro, alla torre d’argento accompagnata da sei gigli d’oro, tre in capo, uno per ogni fianco e uno in punta”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma giglio, torre

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su