San Michele di Ganzaria

Home » Comuni » San Michele di Ganzaria

Comune di San Michele di Ganzaria (CT)

Informazioni

  • Codice Catastale: I035
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 3580
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Profilo Araldico
“Interzato calzato. Nel Primo, troncato: a) d’oro, alla quattro palle d’azzurro poste in punta, due e due; b) d’azzurro, alla orlatura d’oro. Nel Secondo, troncato: a) d’azzurro; b) di rosso, alla torre d’argento, priva di merlatura; il tutto caricato dallo scudetto, attraversante, sopraccaricato dalla palla di nero; l’intero secondo è abbassato sotto il capo partito di argento e di rosso, il primo caricato dalla torre di rosso e il secondo dal gatto passante d’argento. Nel Terzo, d’argento, alle sei palle di rosso, poste una, due, due, una. Ornamenti esteriori da Comune”.

D.P.R. 10 gennaio 1985
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: Dipartimento di Araldica Pubblica

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Profilo Araldico
“Drappo di bianco…”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: bianco

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

2 commenti su “San Michele di Ganzaria”

  1. Giovanni Giovinazzo

    Gentile sig. Tranchina,
    l’attuale stemma del Comune di San Michele di Ganzaria trae origine dal disegno del sigillo presente nel volume “Antiche Imprese delle Comuni della Provincia Valle di Catania”, vol. III, carta n. 41, 1818 presente presso la biblioteca dell’Archivio di Stato di Palermo. Come in molti altri casi si tratta di un “adattamento” dello stemma della dinastia allora regnante, i Borboni, con i vari elementi dello stemma originale “trasformati” e “semplificati” in vari modi. Abbiamo così il castello del Regno di Castiglia, elemento “parlante”, che diventa una torre, il leone del Regno di León che diventa un più innocuo gattino, le “palle” dello stemma dei Medici che cambiano colore ecc. ecc.
    Sperando di esserle stato utile rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su