Comune di Saint-Just (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Saint-Just  è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

I suoi abitanti sono chiamati Saint-Justois e Saint-Justoises.

Il sito di Saint-Pierre-d’Obilion si trova nel comune di Saint-Just. Il 3 aprile 896, un certo Bernardus dona ai canonici di Nîmes tutto ciò che possiede. In questo testo Obilion non ha statuto di città, ma di località.

Nel giugno del 1168 è affidato alla diocesi di Maguelone e la sua chiesa era dedicata a San Pietro. È questo il luogo di origine di Saint-Just.

Ne 1173, gli abitanti di differenti poderi agricoli, fino ad allra dispersi si raggruppano per formare il “Castum San Justi”, vale a dire, il “castello di Saint-Just”.

Nel 1202, Raymond de Saint-Just cede al signore di Lunel alcuni diritti di giustizia e di finanza sul mercato di Lunel e, in cambio, riceve in feudo il territorio di Saint-Just con le fortezze, gli uomini e le donne.

Verso il 1430, le suore del monastero di Arboras, fanno dono ai villaggi vicini delle paludi e così vengono assegnati 43 ettari e mezzo di palude al comune.

Lo stemma di Saint-Just  si blasona: «Parti : au premier d’or aux lettres capitales de sable ST, J, U, S, T, rangées en pal, au second de sinople à la croix cléchée, pommetée d’or et remplie de gueules, posée dans le canton senestre de la pointe ; à Saint Just de carnation habillé d’une tunique de gueules et tenant dans sa senestre une palme d’argent, brochant sur la partition. ».

In italiano: “Partito: al primo di oro alle lettere capitali di nero ST,J,U,S,T, poste in palo, al secondo di verde, alla croce inchiavata, pomettata di oro e riempita di rosso, posta nel cantone sinistro della punta; a san Giusto di carnagione, vestito con una tunica di rosso e tenente nella sinistra una palma di argento, attraversante sulla partizione”.



Lo stemma appare nell’armoriale del D’Hozier su di uno sfondo di smalto verde mentre la figura appare con i lati capovolti, la palma, infatti, essa pure di oro, è posta in banda e non in sbarra.



Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Partito: al primo di oro alle lettere capitali di nero ST,J,U,S,T, poste in palo, al secondo di verde, alla croce inchiavata, pomettata di oro e riempita di rosso, posta nel cantone sinistro della punta; a san Giusto di carnagione, vestito con una tunica di rosso e tenente nella sinistra una palma di argento, attraversante sulla partizione”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,