Comune di Montségur (09)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Montségur è un comune francese di 110 abitanti situato nel dipartimento dell’Ariège, nella regione dell’Occitania.

I suoi abitanti sono chiamati Montséguriens e Montséguriennes.

Il nome deriva, in tutta evidenza, da «monte sicuro». Il luogo su cui è costruito il castello, infatti, risulta quasi imprendibile (mons securus in latino da cui mont segur in occitano).

Il sito era stato abitato già in periodo preistorico data la sua collocazione, all’incirca 80.000 anni prima di Cristo.

L’epoca romana lascerà le sue tracce poiché si sono trovate monete e utensili nei dintorni.

Nel Medioev passano dalla dominazione dei conti di Tolosa a quella dei visconti di Carcassonnes e, infine, ai conti di Foix.

Si susseguirono in cima alla montagna tre fortezze.

Del primo forte si sa poco se non che era in rovina nel 1204. La seguente fortezza, nata sotto l’impulso del signore del luogo Raimondo de Péreille, è quella creata durante il periodo cataro. Il villaggio, chiamato Castrum era, in questo periodo, racchiuso all’interno della fortezza. Nel luglio del 1241, si ha un primo assedio, ma la fortezza non viene presa.

Dopo un assedio di dieci mesi, nel 1244, il villaggio fu distrutto e 200 abitanti che non avevano voluto abiurare la loro fede furono bruciati vivi sul rogo. Il castello verrà poi restaurato e rimaneggiato verso la fine del XIII secolo e diventa come lo si vede ora. Un nuovo villaggio fut ugualmente costruito sul luogo attuale.

L’Ahnenerbe, gruppo di ricerca mistica formato dal nazista Himmler, cercò, durante il periodo di occupazione, il Sacro Graal che sospettavano fosse stato celato nel castello durante il periodo cataro.

Proprio in omaggio a questo periodo storico lo stemma comunale porta la croce catara.

Si blasona infatti «De gueules à la croix cathare d’or».

In italiano: “Di rosso alla croce catara di oro”.

Lo stemma, tuttavia, non ha mai avuto una sanzione ufficiale da parte delle autorità comunali.



Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Di rosso, alla croce catara di oro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Oggetti dello stemma croce catara

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,