Monteaux

Home » Comuni » Monteaux

Comune di Monteaux (41)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Il piccolo comune di Monteaux si trova nel dipartimento del Loir et cher, nella regione del Centre, e si è dotato di stemma solo recentemente, per iniziativa del sindaco Yves Lehouelleur, con l’approvazione del Consiglio Comunale, in occasione dell’adozione lo stesso maire ha dichiarato: “… uno stemma trasmette alle generazioni future i valori che ci hanno trasmesso i nostri avi, che sono elementi essenziali di rappresentazione, un segno di riconoscimento e il supporto dello spirito del villaggio che si ritrova sui documenti ufficiali, veicoli di servizio, bandiere, labari delle associazioni locali…”.

Il progetto dello stemma si deve a Jacques Riby de Mesland, e si blasona: “D’or à un mont de sinople posé sur une rivière fascée ondée d’argent et d’azur; à un serpent ondoyant en pal d’argent langué de gueules brochant sur le tout et surmonté d’une clé et d’une épée de gueules passées en sautoir” (D’oro al monte di verde posto sulla riviera fasciata ondata d’argento e d’azzurro; al serpente ondeggiante in palo d’argento, linguato di rosso e attraversante sul tutto e sormontato da una chiave e da una spada di rosso poste in decusse”.

Il monte rappresenta il Mont-Cisse, che domina il villaggio, mentre il serpente è quello, demoniaco e velenoso, che secondo la leggenda un santo eremita, grazie alle preghiere e all’intercessione di san Pietro apostolo, avrebbe cacciato alla fine dell’XI secolo dalla fonte detta, da allora, di Saint-Pierre (tutt’ora esistente); la chiave, tradizionale attributo di san Pietro, e la spada, simbolo di San Paolo, si riferiscono ai patroni della parrocchia. Allo stemma è solitamente associato il motto; « Ancré dans mon passé, confiant dans l’avenir » proposto da Ginette Gautier e Jean-Louis Rois, che si traduce: “ Ancorato nel mio passato [sono] fiducioso nell’avvenire”

Nota di Massimo Ghirardi

Bibliografia:

Cartaud (Jacques). LÉGENDES DE LOIR-ET-CHER, Éditions Société des Sciences et Lettres de Loir et Cher, 1981.

Profilo Araldico
“D’oro al monte di verde posto sulla riviera fasciata ondata d’argento e d’azzurro; al serpente ondeggiante in palo d’argento, linguato di rosso e attraversante sul tutto e sormontato da una chiave e da una spada di rosso poste in decusse”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: oro
Oggetti dello stemma chiave, monte, riviera, serpente, spada
Attributi araldici: attraversante, fasciato, linguato, ondato, ondeggiante in palo, posto in decusse, sormontato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su