Montalbano Jonico

Home » Comuni » Montalbano Jonico

Città di Montalbano Jonico (MT)

Informazioni

  • Codice Catastale: F399
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 7552
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Reperito da: Giovanni Giovinazzo

Stemma Ufficiale
Altre Immagini



Note Stemma Lo stemma vuole significare la guerra del molosso nelle nostre vicinanze sotto il colle di Pandosia oggi colle di Anglona. Il cavallo sfrenato sui tre monti, indicherebbe perciò la guerra licenziosa che, accampati su di essi col Molosso, i trecento soldati lucani fecero contro i loro connazionali verso il 324 avanti Cristo, tradendo poi re Alessandro dopo averlo sostenuto; infatti il cavallo dagli antichi era ritenuto simbolo di guerra, e raffigurato senza freno indica sregolata di soldati sbandati fuori legge; poi i tre monti rammentano quei tre colli segnati da Livio nel descrivere l’uccisione del Molosso sotto Pandosia.

Come simbolo di nobiltà si ornò lo stemma di una corona sulla parte alta dello scudo gentilizio, dopo che il nostro Comune fu titolato città da re Carlo III di Borbone nella sua visita del Gennaio 1735.



Nota di Leonardo Pietro D’Alessandro
Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma cavallo, monte all'italiana
Profilo Araldico
“Drappo partito di verde e di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: azzurro, verde
Partizioni del gonfalone: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Regio Decreto (RD) di concessione – 01/01/1735
    Decreto di Carlo III di Borbone.

  • Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) di riconoscimento – 25/06/1945

1 commento su “Montalbano Jonico”

  1. Lo stemma vuole significare la guerra del molosso nelle nostre vicinanze sotto il colle di Pandosia oggi colle di Anglona. Il cavallo sfrenato sui tre monti, indicherebbe perciò la guerra licenziosa che, accampati su di essi col Molosso, i trecento soldati lucani fecero contro i loro connazionali verso il 324 avanti Cristo, tradendo poi re Alessandro dopo averlo sostenuto; infatti il cavallo dagli antichi era ritenuto simbolo di guerra, e raffigurato senza freno indica sregolata di soldati sbandati fuori legge; poi i tre monti rammentano quei tre colli segnati da Livio nel descrivere l’uccisione del Molosso sotto Pandosia.

    Come simbolo di nobiltà si ornò lo stemma di una corona sulla parte alta dello scudo gentilizio, dopo che il nostro Comune fu titolato città da re Carlo III di Borbone nella sua visita del Gennaio 1735.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su