Marciana

Home » Comuni » Marciana

Comune di Marciana (LI)

Informazioni

  • Codice Catastale: E930
  • Codice Istat:
  • CAP: 57030
  • Numero abitanti: 2217
  • Nome abitanti: marcianesi
  • Altitudine: 375
  • Superficie: 375
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Conosciuta già dagli antichi greci sotto il nome di Aethalia (fuligginosa) l’isola d’Elba ha avuto una storia travagliata di conquiste (Etruschi, Romani e più tardi Pisani, Genovesi e Turchi) ed incursioni saracene, quasi sempre legata alle sue floride risorse minerarie e al controllo delle rotte militari e commerciali.

Il ferro e i suoi minerali hanno sempre condizionato storia ed economia elbane; dei segni del passato è cosparso praticamente tutto il territorio isolano, sotto forma di insediamenti etruschi e romani, ville patrizie, torri di avvistamento e fortificazini medioevali, oltre ad interessanti esempi di architettura militare del ‘500 a Portoferraio e Porto Azzurro.

Marciana vanta origini antichissime. I primi insediamenti umani risalgono all’età del bronzo ed anche prima come testimoniano i frammenti di ceramica rinvenuti nella zona. E’ stata abitata prima dagli Etruschi e poi dai Romani: pare che il nucleo più antico di Marciana risalga al 35 a.C.

Dopo la caduta dell’Impero e con l’inizio delle invasioni le testimonianze si fanno rare. Passata nel VI secolo sotto l’incerto Bizantino, l’Elba fu soggetta ad invasioni, saccheggi e distruzioni fino all’arrivo dei Franchi.

Passata in dono alla Chiesa di Leone II, nel 874 passò come protettorato e poi in sovranità diretta alla emergente Repubblica di Pisa paladina della libertà dei Cristiani contro i Saraceni che potenziò il sistema di fortificazioni. Le fortezze sorgevano sulle colline a ridosso del mare, accanto ai villaggi. Col tempo i centri abitati si spostarono fino ad accorparsi alle fortificazioni, come nel caso di Marciana. Altrove le chiese stesse conservarono il ruolo di fortezze , ubicate a valle come nel caso della chiesa di San Lorenzo, tra Marciana e Poggio.

Dopo la battaglia della Meloria (1284) contro i Genovesi, la potenza di Pisa venne ridimensionata fino a perdere la propria libertà nel XIV secolo con la vendita che Gherardo Appiani fece prima a Giangaleazzo Visconti e poi alla repubblica di Firenze.

Tratto dal sito ufficiale del Comune di Marciana dove è possibile trovare altre notizie Statuto comunale
Profilo Araldico
“D’azzurro, all’incudine al naturale, accostata in capo da due martelli manicati dello stesso”
Stemma ridisegnato

Reperito da: Giovanni Giovinazzo

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: Dipartimento di Araldica Pubblica

Stemma Ufficiale
Altre Immagini



Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma incudine, martello
Attributi araldici: accostato, dello stesso, manicato
Profilo Araldico
“Drappo di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: www.radicedidue.com/Toscana

Reperito da: Giovanni Giovinazzo

Disegnato da: Bruno Fracasso

Fonte: Dipartimento di Araldica Pubblica

Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini



Colori del gonfalone: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su