Lentini

Home » Comuni » Lentini

Città di Lentini (SR)

Informazioni

  • Codice Catastale: E532
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 24017
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Per quanto riguarda lo stemma e il gonfalone sono in corso studi e ricerche conseguenti al riconoscimento del titolo di città. Fino a quando non saranno completati gli studi e le ricerche di cui al comma 1, lo stemma e il gonfalone del Comune sono così individuati: stemma: scudo a forma sannitica; l’area dello scudo è azzurra con torre a tré merli; ai piedi leone d’oro, il suo occhio è “allumato”. Sovrasta lo scudo una corona a cinque torri dorata. Al di sotto dello scudo, fronde di alloro con bacche dorate sulla sinistra e spighe di grano (di colore giallo) sulla destra legate da un fiocco tricolore; gonfalone con drappo: il gonfalone si blasona di azzurrino-verde; al centro lo scudo a forma sannitica sovrastato dalla corona a cinque torri dorata. All’interno dello scudo il campo è di colore azzurro forte. Il confinamento tra i due tipi di azzurro è limitato al segmento orizzontale superiore dello stemma. I simboli all’interno dello scudo sono: la torre a tre merli e ai piedi il leone d’oro con occhio allumato. Nella parte inferiore esterna allo scudo, sulla sinistra le fronde di alloro con bacche d’oro e sulla destra spighe di grano (di colore giallo). Le due fronde sono legate da un fiocco tricolore. Tutti gli ornamenti esterni devono essere d’oro e anche l’asta che sostiene il drappo deve avere i pomelli e la freccia d’oro perché Lentini ha acquisito il titolo di città. Gli stemmi proposti dal comune sono due e molto diversi uno dall’altro. Il secondo si trova premendo il pulsante “altre immagini”. Non sembra ancora definito e quindi sul sito del comune si trovano entrambe le versioni Note di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
Scudo a forma sannitica; l’area dello scudo è azzurra con torre a tre merli; ai piedi leone d’oro, il suo occhio è “allumato”. Sovrasta lo scudo una corona a cinque torri dorata. Al di sotto dello scudo, fronde di alloro con bacche dorate sulla sinistra e spighe di grano (di colore giallo) sulla destra legate da un fiocco tricolore.
Stemma ridisegnato

Fonte: Renzo Barbattini

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
Altre Immagini


Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 07/08/1990

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su