Le Triadou

Home » Comuni » Le Triadou

Comune di Le Triadou (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Le Triadou (Il nome coincide con quello occitano di Triador) è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

I suoi abitanti sono chiamati Triadounains e Triadounaines.

L’antico nome della parrocchia era Cassianatis, vale a dire “Luogo delle querce”. Nel 1193, l’Histoire générale du Languedoc cita : P. de Triatorio. Nel 1317, il cartolario di Maguelone parla di: Berengarius de Triatorio

Le Triadou possiede una storia molto ricca fin dalla preistoria avendo rilevato tracce di un insediamento su di una collina. Abitavano probabilmente in capanne e allevavano capre e montoni.

Nel periodo gallo-romano, Le Triadou costituiva un passaggio commerciale obbligato che univa Lattes al Pic Saint-Loup attraverso la Valle del Lez.

La prima citazione del paese è nella forma di Triatorium nel 1193, nel tesoro di Chartres.

Questo termine designava, in epoca medioevale, il posto del villaggio, generalmente la piazza, spesso di forma triangolare, dove la sera ogni proprietario separava il suo bestiame che il pastore comunale riportava dal pascolo. La parola francese triage (selezione) potrebbe, in effetti, provenire dall’aspetto triangolare del luogo.

A quest’epoca Le Triadou  era un maso dipendente dalla parrocchia di Cassagnas ed era conosciuto con il nome di La Clastre, dal latino claustrum che indicava un chiostro.

Le famiglie di Le Triadou risalgono perlopiù al XVII secolo quando la nobiltà di roba sostituì nel possesso quella di spada. Alcune di queste famiglie sono tuttora esistenti.



Lo stemma attuale di Le Triadou compare nell’Armorial du Languedoc del D’Hozier, con gli stessi smalti e le stesse raffigurazioni. Si blasona: «D’azur au lion d’argent couronné d’or.». In italiano : “Di azzurro al leone d’argento coronato di oro”. Parzialmente riprende lo stemma dei signori d’Albignac che riportano un leone d’argento, non coronato. Tuttavia, il loro stemma è “di oro alle due fasce di rosso, al leone d’argento”. Il campo di azzurro lo si ritrova nello stemma di un d’Albignac generale napoleonico.


Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Di azzurro al leone d’argento coronato di oro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma leone
Attributi araldici: coronato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su