Issime

Home » Comuni » Issime

Comune di Issime (AO)

Informazioni

  • Codice Catastale: E369
  • Codice Istat:
  • CAP: 11020
  • Numero abitanti: 426
  • Nome abitanti: issimois, issimiens, issimains
  • Altitudine: 953
  • Superficie: 953
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 66.0
  • Distanza capoluogo: 66.0

Storia dello stemma e del comune

La peculiarità linguistica e culturale di Issime è sottolineata dalla presenza, sulla destra dello stemma, dello scudetto con il simbolo delle comunità walser, che si ispira alle marche gentilizie dei mercanti diffuse soprattutto nel mondo germanico. La parte centrale dello scudo è occupata dallo stemma dei signori di Vallaise e d’Arnad, che nel Medioevo furono signori del luogo e di quasi tutta la valle del Lys, oltre che su gran parte della bassa Valle d’Aosta e su alcune località canavesane. Issime fu sede giurisdizionale della baronia di Vallaise e vi si conserva, il seggio del tribunale, del secolo XVIII, ornato con lo stemma baronale, e le catene e il collare ai quali venivano assicurati i condannati alla gogna. I giudizi si tenevano all’aperto, sulla piazza ove sorge la chiesa parrocchiale di San Giacomo, ornata, non a caso, con scene del Giudizio universale, affrescate nel 1698 dal pittore Francesco Biondi. La parte sinistra riproduce lo stemma del Ducato d’Aosta. Nota di Joseph Rivolin Secondo alcuni il capoluogo comunale prende il nome dal nome di un antico proprietario Romano, tale Iccius, da cui ICIMUS. Secondo altri invece è da mettere in relazione con la lingua della locale minoranza “Walser”: la quale potrebbe aver generato il toponimo attraverso “Eis” (ghiaccio).
Profilo Araldico
“Interzato calzato: nel primo, d’azzurro, al cuore partito d’argento e di rosso, caricato di dieci stelle poste in palo, tre, quattro, tre, le sei laterali dell’uno nell’altro, le quattro centrali dell’uno all’altro, cimato dal numero 4 con doppio tratto orizzontale, d’argento, esso cuore accompagnato in punta da due ramoscelli di verde, decussati in punta; nel secondo, fasciato di rosso e d’argento, la prima fascia d’argento caricata dalla croce patente di rosso, accompagnata a destra e a sinistra da due stelle di cinque raggi, dello stesso; nel terzo, di nero, al leone d’argento, linguato e armato di rosso. Ornamenti esteriori da Comune”. D.P.R. 5 febbraio 1987
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Colori dello scudo: argento, azzurro, nero, rosso
Partizioni: interzato in calza
Profilo Araldico
“Drappo di bianco riccamente ornato di ricami d’ argento e caricato dello stemma sopra descritto con la iscrizione centrata in argento recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto bianco con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento”.
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su