Crots

Home » Comuni » Crots

Comune di Crots (05)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Crots, fino al 29 dicembre 1970 si denominava LES CROTTES e deriva il proprio toponimo dall’occitano “crotas” (‘cantine, grotte’) e oggi è capoluogo di un vasto Comune del Dipartimento delle Hautes-Alpes, che va dai pascoli presso il lago di Serre-Ponçon fino alle cime del Morgon, a 2326 metri d’altitudine.

L’attuale territorio comprende in parte quello dell’abbazia di Boscodon presso Montmirail, fondata nel 1130 (soppressa nel 1796) e dei signori di Embrun, che esercitavano il co-dominio sull’Embrunais con principe-arcivescovo di Embrun. Passò con Embrun alla Provenza, poi alla contea di Forcalquier, per poi essere unita al Delfinato, alla morte dell’ultimo conte. Alle armi delle numerose famiglie nobili che ebbero in successione la signoria (d’Embrun, de La Villette, de Rame, Autric-Ventimiglia, de Guillem de Sala de Montjustins, de Ravel, Cellon…) la municipalità preferì quelle del Delfinato, con la figura caratteristica del «delfino araldico» che costituisce lo stemma attuale, che è stato formalmente concesso dal re di Francia Luigi XIV nel XVII secolo e si blasona: “D’or au dauphin d’azur, barbé, crêté, lorré, oreillé et peautré de gueules, accosté des lettres capitales S et L de sable.”

In italiano: “D’oro al delfino d’azzurro, crestato, orecchiuto, illuminato e timonista di rosso, accostato dalle lettere capitali S e L di nero”.

Di fatto è lo stemma originale del Dauphiné, “brisato” dalle iniziali del santo patrono del Comune San Lorenzo martire.

L’arma del Dauphiné (Delfinato) dell’omonima signoria (e sub-regione francese del Viennois) era: “D’oro al delfino d’azzurro, crestato orecchiuto illuminato e timonista di rosso”; nel 1349 l’ultimo “Delfino” lasciò i suoi beni al re di Francia col vincolo di dare al primogenito il titolo di “Delfino”.

 

Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“D’oro al delfino d’azzurro, crestato, orecchiuto, allumnato e timonista di rosso, accostato dalle lettere capitali S e L di nero”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: oro
Oggetti dello stemma delfino, lettera
Attributi araldici: accostato, allumato, capitale, crestato, orecchiuto, timonista

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su