Coucy-lès-Eppes

Home » Comuni » Coucy-lès-Eppes

Coucy-lès-Eppes

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Coucy-lès-Eppes è un piccolo villaggio dell’antica regione del Lannois, situato nel Dipartimento dell’Aisne, nella Regione della Picardie, costruito su una bassa collina isolata nella pianura presso Laon nota dai documenti come COCIACUM APIA (‘apiario nella radura nel bosco’ che viene da “apis”) poi COCIACUS nel 1178 e COCIACUS JUSTA APIAM nel 1193, era già Comune nel 1280, come si ricava da un atto di transazione tra i signori d’Eppes e quelli de Marchais.

Prende nome dal feudo d’Eppes (l’antico APIAM) del quale fece parte fino al 1451. L’ape è quindi uno degli elementi simbolici più antichi per il Comune, al quale si associano le ghiande allusive ai boschi circostanti del Parc Naturel Régional de la Montagne de Reims, un mulino e la figura stilizzata del castello di Coucy-les-Eppes (curiosamente senza tetto), entrambi simboli dell’economia e dell’antica autonomia del villaggio.

Lo scudo è abitualmente accompagnato dalla croce della Legion d’Honneur, che viene mostrata appesa ad un nastro svolazzante con il nome del Comune, non proprio correttamente dal punto di vista araldico1.

Blason: “Écartelé en sautoir: au 1er d’argent au château du lieu du même, sans toiture, posé en perspective, le corps principal ouvert et ajouré de gueules, au 2e d’azur à l’abeille en vol d’or, au 3e d’or à deux glands de sinople feuillés d’une pièce du même et passés en sautoir, au 4e d’argent au moulin à vent du même, essoré, ouvert et ajouré de gueules, ailé de sable”

In italiano : “Inquartato in croce di sant’Andrea: il primo d’argento al castello dello stesso al naturale, senza copertura, posto in prospettiva, il corpo principale aperto e finestrato di rosso; il secondo d’azzurro all’ape d’oro volante; il terzo d’oro a due ghiande di verde fogliate di uno dello stesso e passate in decusse; il quarto d’argento al mulino aperto dello stesso, coperto, aperto e finestrato di rosso, alle pale di nero”.

(1) Nell’illustrazione del sito abbiamo omesso il nastro.

Nota di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“Inquartato in croce di sant’Andrea: il primo d’argento al castello dello stesso al naturale, senza copertura, posto in prospettiva, il corpo principale aperto e finestrato di rosso; il secondo d’azzurro all’ape d’oro volante; il terzo d’oro a due ghiande di verde fogliate di uno dello stesso e passate in decusse; il quarto d’argento al mulino aperto dello stesso, coperto, aperto e finestrato di rosso, alle pale di nero”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: argento, azzurro, oro
Partizioni: inquartato in croce sant'andrea

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su