Codogno

Home » Comuni » Codogno

Città di Codogno (LO)

Informazioni

  • Codice Catastale: C816
  • Codice Istat:
  • CAP: 0
  • Numero abitanti: 15765
  • Altitudine: 0
  • Superficie: 0
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Gli abitanti di Codogno (assonanza con “Cotogno” = pianta di mele cotogne, all’origine del toponimo COTONEUS) aggiunsero al loro stemma antico la lupa nel 1492, in segno di alleanza e fedeltà con la città di Piacenza, con la quale si erano confederati. La lupa, secondo la tradizione, fu concessa ai piacentini come emblema dai Romani, come segno di amicizia, all’epoca in cui la città fu dichiarata Colonia romana. Fino al 1992 faceva parte della provincia di Milano.
Profilo Araldico
“D’azzurro, alla lupa al naturale, passante sulla pianura erbosa di verde, collarinata e legata d’oro ad un albero di cotogno al naturale, fruttato d’oro, nodrito sulla pianura. Ornamenti esteriori da Comune”. D.P.C.M. 13 novembre 1930
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Colori dello scudo: azzurro
Profilo Araldico
“Drappo partito di verde e d’azzurro, riccamente ornato di ricami d’oro e caricato dello stemma civico con l’iscrizione centrata in oro: Città di Codogno. Le parti di metallo ed i cordoni saranno dorati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori del drappo alternati, con bullette dorate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma della Città e sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati frangiati d’oro”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

  • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 26/06/1955

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su