Castel Bolognese

Home » Comuni » Castel Bolognese

Comune di Castel Bolognese (RA)

Informazioni

  • Codice Catastale: C065
  • Codice Istat:
  • CAP: 48014
  • Numero abitanti: 9626
  • Nome abitanti: castellani
  • Altitudine: 42
  • Superficie: 42
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 42.0
  • Distanza capoluogo: 42.0

Storia dello stemma e del comune

Il toponimo è composto da due parole: la prima deriva dal latino “castellum“, dominutivo di “castrum” fortezza. Il secondo nome si riferisce al fatto che la località è stata fondata dai Bolognesi nel 1388 e durante il periodo pontificio di fatto resterà un’enclave dell’amministrazione di Bologna, all’interno della Legazione di Romagnola, fino al 1794 quando papa Pio VI decise di annetterla a quella Legazione per contrastare il contrabbando.

Il disegno originale dello stemma della città è stato disegnato dall’ing. Giovanni Mazzanti su incarico del Comune, in ottemperanza alla circolare del Delegato Apostolico  card. Gaetano Bedini con la quale il 24 giugno 1851 si chiedeva a tutti i Comuni dello Stato Pontificio “notizie dello stemma della Comunità”.

Si adottò allora uno scudo “D’argento alla croce a punte patenti di rosso, attraversante sulla catena d’azzurro posta in banda, e accompagnata da due rose d’oro pentafolie: una nel secondo e una nel terzo cantone” . Si ritiene risalente al 1388-1390, allorché i Bolognesi edificarono la rocca presso il Passo delle Catene. La croce rimanda allo stemma del Comune di Bologna; la catena ricorderebbe il citato Passo delle Catene e il Ponte di San Procolo dove i viandanti pagavano il dazio; le rose deriverebbero dai Riario (o Riari: una stella d’oro in campo azzurro) signori della vicina Imola.

Lo stemma è stato riconosciuto l’ultima volta nel 1944. Prima dell’unità d’Italia lo scudo era sovrastato d’un cimiero a quattro penne.

Note di Massimo Ghirardi e Andrea Soglia

Bibliografia:

AA.VV. GLI STEMMI DEI COMUNI E DELLE PROVINCE DELL’EMILIA-ROMAGNA. Compositori, Bologna 2003.
AA.VV. Nomi d’Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i Comuni. Istituto Geografico De Agostini, Novara 2009
AA.VV. Dizionario di Toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani. UTET, Torino 1997.
Anceschi A. GEOGRAFIA DEGLI STATI ESTENSI. I confini dell’Emilia e dell’alta Toscana e le strade del Ducato. Incontri Editrice, Sassuolo 2016.
Longagnani (Lauretta), Manicardi (Antonella), Schifani Corfini (Elisa), a cura di. LE CASE, LE PIETRE, LE STORIE. Itinerari nei Comuni della Provincia di Modena. Zanini, Angola Emilia 1992.
Profilo Araldico
“D’argento alla catena di ferro posta in banda accostata da due rose cucite d’oro; alla croce patente di rosso posta sul tutto ed attraversante. Ornamenti esteriori del Comune”. D.C.G. 30 maggio 1940
Stemma ridisegnato

Fonte: Fabio Comandini

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: argento
Oggetti dello stemma catena, croce patente
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su