Cannes

Home » Comuni » Cannes

Città di Cannes (06)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Cannes è un Comune del Dipartimento della Alpi Marittime, della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, il nome è attestato dal 1030 secolo come PORTU CANUE, uno dei luoghi che il conte Guillaume Gruta dona all’abate di Lérins. Il nome venne associato al “canua” latino (‘canna’),  per via del terreno paludoso, anche se il termine è di origine celtico- ligure.

Oltraggiata dagli attacchi dei Saraceni, l’abbazia sulle isole venne abbandonata dai monaci nel 1035, la comunità si rifugiò nella terraferma sul monte Suquet, presso Canua. Il nuovo insediamento fortificato prese il nome di CANNES e solo nel XVI secolo si rese autonomo dal governo dell’abbazia. Il Comune fu eretto nel 1793.

Lo stemma della città, dal quale deriva anche il noto premio cinematografico, si blasona : «d’azur à la palme d’argent posée en barre, accompagnée de deux fleurs de lys d’or, une en chef et l’autre en pointe. Devise : PRAEMIUM PALMA VICTORI » 

(D’azzurro, alla palma d’argento posta in sbarra, accompagnata da due gigli d’oro, uno in capo e uno in punta. Motto : PRAEMIUM PALMA VICTORI). Il motto si traduce : ‘la palma è il premio per il vincitore’. nel 1696, queste armi furono registrate nel Grand Armorial de France redatto da Charles d’Hozier per conto di Luigi XIV.

Attualmente la città ha anche un altro motto: Qui y Vient y Vit (‘Chi ci viene ci vive’) o anche Qui li ven li vieù in provenzale.

La palma deriva dallo stemma dell’abbazia di Lérins, i cui abati erano feudatari anche della terraferma.

Secondo la leggenda di Sant’Onorato (Saint Honorat de Arles, della quale esistono numerose varianti), nel 410 il santo eremita fondatore di Lérins trovò che l’isola era infestata dai serpenti e dagli scorpioni che non avrebbero permesso una vita tranquilla ai monaci, allora si arrampicò su di una palma e pregò il Signore, il quale fece salire il livello del mare fino a sommergere il piano dell’isola, liberandola dai rettili, discendendo dalla palma, Onorato si portò via un ramo, segno della vittoria sul male, che divenne emblema dell’abbazia.

Lo stemma dell’abbazia (oggi cistercense) presenta tuttora un pastorale abbaziale affiancato da due rami di palma, il tutto d’oro, in campo verde (abitualmente inquartato con lo stemma di Citeaux).

Nota di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“D’azzurro, alla palma d’argento posta in sbarra, accompagnata da due gigli d’oro, uno in capo e uno in punta. Motto : PRAEMIUM PALMA VICTORI”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su