Canet

Home » Comuni » Canet

Comune di Canet (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Canet è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.

Gli abitanti del comune sono detti Canétois e Canétoises.

Il nome ha origini gallo-romane e deriva da canne o cannelle che crescevano senza dubbio in abbondanza ai bordi del fiume. In epoca gallo-romana si trova il nome villa inter canna. In effetti, il vecchio Canet era sito sur bordo dell’Hérault, come attesta la torre saint-Martin. A causa delle inondazioni il villaggio verrà ricostruito lontano dal fiume, nell’attuale località di Barrys.

Il nome  Canet lo si trova per la prima volta nell’804, sotto il regno di Carlo Magno.

Nel medioevo il villaggio viene protetto da una cortina di mura chiamata il castello con le strade con incroci perpendicolari.

Il villaggio era fortificato ed era servito dalla chiesa di saint-Martin del Xi-XII secolo dove avvenivano le cerimonie, ma, a causa delle numerose inondazioni, les cerimonie furono fatte nella cappella dei domenicani, nostra signora di Betlemme, che divenne la parrocchiale nel 1762.

Il ponte non esisteva e l’Hérault veniva attraversato con un traghetto che trasportava uomini e animali. Fino al 1727 il signore di Canet pagava una tassa per questo traghetto. Solamente nel 1846 verrà costruito un ponte sospeso.

Lo stemma di Canet si blasona: « D’azur semé de joncs d’or, à un mur crénelé d’argent brochant, mouvant de la pointe, maçonné de sable et chargé d’une épée haute de sable.».

In italiano: “Di azzurro seminato di giunchi di oro, al muro merlato d’argento attraversante, movente dalla punta, mattonato di nero e caricato di una spada alta di nero”.



Lo stemma appare nell’armoriale del D’Hozier sul modello di quelli attribuiti d’ufficio dal D’Hozier stesso che si blasona: «Di verde, al palo scaccato di oro e di nero». Nel 2003, la comunità ha deciso di dotarsi di uno stemma proprio. I giunchi ricordano il toponimo e ne fanno, quindi, uno stemma parlante, ma anche le paludi che circondavano il villaggio. Ugualmente, il muro ricorda la cortina muraria che diede origine al villaggio. Lo stemma è stato creato da Jean-Claude Molinier.



Nota di Bruno Fracasso
Profilo Araldico
“Di azzurro seminato di giunchi di oro, al muro merlato d’argento attraversante, movente dalla punta, mattonato di nero e caricato di una spada alta di nero”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro
Oggetti dello stemma giunco, muro, spada
Pezze onorevoli dello scudo: punta
Attributi araldici: alto, attraversante, caricato, mattonato, merlato, movente, seminato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su