Cambon-et-Salvergues

Home » Comuni » Cambon-et-Salvergues

Comune di Cambon-et-Salvergues (34)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Cambon-et-Salvergues è un comune francese del dipartimento dell’Hérault, nella regione dell’Occitania.   I suoi abitanti sono chiamati  cambonais e cambonaises.   Il comune è stato creato il 13 febbraio 1869 a partire da parti dei comuni di Saint-Julien (Cambon, Combecroze, Valbonne) e di Mons (Salvergues, la Gorge, La Calmette, le Crouzet, le Bardou). Attualmente Le Bardou è stato nuovamente riattaccato al territorio di Mons.   Sotto l’ancien régime, il comune apparteneva alla diocesi di Saint-Pons-de-Thomières, mentre la parrocchia di Saint-Pierre-de-l’Espinouse fu chiusa durante la rivoluzione. Le frazioni di Salvergues e Salverguettes dipendevano ufficialmente dalla parrocchia di Saint-Étienne à Murat-sur-Vèbre, ma i suoi abitanti seguivano piuttosto il prete di Saint-Pierre-de-l’Espinouse. Fu pertanto costruita una chiesa in quel luogo, nel 1860, per sostituire quella esistente ormai in rovina.   Lo stemma di Cambon-et-Salvergues si blasona: «Écartelé, au premier et au quatrième d’or à la cotice de gueules, au deuxième d’azur à une marmite d’or, au troisième aussi d’azur à trois croissants entrelacés d’argent. ». In italiano : “Inquartato, al primo e al quarto di oro alla cotissa di rosso, al secondo di azzurro a una marmitta di oro, al terzo di azzurro pure ai tre crescenti interlacciati di argento”.   Lo stemma nell’armoriale del D’Hozier non appare essendo il comune stato istituito in un momento successivo. Tuttavia lo stemma di cabon, riportato in quell’armoriale riporta una C di oro in campo rosso. Poiché molte frazioni hanno la lettera C quale iniziale è evidente che si tratta di un interlacciamento tra le varie frazioni che costituiscono il comune.     Nota di Bruno Fracasso  
Profilo Araldico
“Inquartato, al primo e al quarto di oro alla cotissa di rosso, al secondo di azzurro a una marmitta di oro, al terzo di azzurro pure ai tre crescenti interlacciati di argento”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Bruno Fracasso

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro, oro, rosso
Partizioni: inquartato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su