Comune di Caltrano (VI)

Informazioni

  • Codice Catastale: B433
  • Codice Istat:
  • CAP: 36030
  • Numero abitanti: 2636
  • Nome abitanti: caltranesi
  • Altitudine: 224
  • Superficie: 224
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 37.6
  • Distanza capoluogo: 37.6

Storia dello stemma e del comune

Il nome deriva da “fundus Cartorianus”, cioè terreno, possedimento di Cartorius. Nel territorio fu rinvenuto materiale archeologico che si fa risalire agli euganei. Numerosi poi i reperti di epoca romana. Nel X secolo Berengario I donò il territorio, assieme alla valle dell’Astico, al vescovo di Vicenza. Seguì quindi le sorti di Vicenza. L’attività prevalente è quella industriale con alcune imprese nel settore alimentare e delle confezioni. L’agricoltura si basa soprattutto sull’allevamento bovino e in minor parte sulla cerealicoltura. Il territorio varia dai 160 metri ( zona confine col comune di Calvene ) ai 1518 m s.l.m. di Cima Fonte ( 1518 m s.l.m. ). il capoluogo ( Caltrano ) sorge a q. 224 m s.l.m. Tra le località da ricordare vi è Pozza del Favaro a quota 1268 m s.l.m. ;punto di riferimento per la montagna caltranese dove sorgono il Rifugio Alpino, la casa del guardiaboschi comunale e la chiesetta di San Gualberto. Numerose sono le possibilità per compiere escursioni sia a piedi o in mountain bike oltre che percorsi a cavallo lungo le strade e mulattiere risalenti alla 1^ Guerra Mondiale. Da ricordare anche la cosidetta ” strada delle malghe ” che collega tra loro gli alpeggi comunali di Caltrano. Note di Luca Borgo Il comune di Caltrano fa parte della Comunità Montana dall’Astico al Brenta. I comuni confinanti sono: Asiago, Calvene, Chiuppano, Cogollo del Cengio, Piovene Rocchette, Roana.
Profilo Araldico
“Castello a sei torri la maggiore delle quali è sormontata da una stella a sei punte d’oro in campo azzurro e giallo.”
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Colori dello scudo: azzurro, oro
Partizioni: partito

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

2 commenti su “Caltrano”

  1. Vorrei sapere le storie delle corti di caltrano. In particolare modo la corte dei saori. Cosa c’era prima chi ci abitava i tempi satirici. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *