Bray-Dunes

Home » Comuni » Bray-Dunes

Comune di Bray-Dunes (59)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

BrayDunes (in fiammingo: Brayduinen) è un comune francese situato nel dipartimento del Nord nella regione del Nord-Pas-de-Calais, vicinissimo al confine col Belgio.

 

Il nome è dovuto all’origine dell’insediamento: in una vasta distesa di sabbie e di acquitrini dove esistevano alcune fattorie all’inizio del XVII secolo, costruite sui terreni ottenuti bonificando le zone umide con la creazione del canale di Furnes e avviando la creazione di villaggi, mentre la zona litoranea venne dichiarata “riserva di caccia reale” nel 1662.

 

A seguito di numerosi conflitti sui diritti di caccia tra lo stato maggiore della Guarnigione e i borghesi della città di Dunkerque provocò l’intervento del Consiglio di Stato di Luigi XVI, che il 20 aprile 1775, decise che le città di Dunkerque e Bergues, divenissero concessionarie delle “dune” della parte orientale della città di Dunkerque, fino al limite della Provincia belga, con l’incarico di limitare gli animali che avrebbero prodotto “reali pregiudizi alle colture di Ghyvelde”.

Le varie comunità però ebbero frequenti contrasti per lo sfruttamento del territorio della Dune fino a che Napoleone I, con decreto del 21 agosto 1806, suddivide i 245 ettari del comune di Ghyvelde in varie parcelle, distribuendole tra 38 comuni vicini.

 

L’armatore di Dunkerque Aphonse Bray, alla metà dell’XIX secolo, progettò di creare una casa di riposo per i vecchi marinai, concedendo all’istituzione una rendita sufficiente per funzionare. Non ottenendo risposta dalla municipalità di Dunkerque, Bray si rivolse al comune di Ghyvelde, dove acquistò un vasto terreno di dune allo scopo. Questa “maison hospitalière” accolse non solo i vecchi e gli infermi della marina, ma anche i servizi per i loro figli estesi agli abitanti che andavano via via insediandosi nel luogo. Bray fece costruir anche la scuola, la chiesa parrocchiale (Notre-Dame-des-Dunes) e, il 27 febbraio 1875 fece dono di tutto il villaggio di Dunes al comune di Ghyvelde, la cui amministrazione entrò di diritto nella Fondazione Alphonse Bray (creata con decreto presidenziale del 15 luglio 1876).

Il canale di Furnes divideva, come oggi, il centro di Dunes da Ghyvelde, il 26 febbraio 1883, gli abitanti di Bray-Dunes ottennero la secessione e venne istituito il comune di Bray-Dunes, con anche una porzione di territorio del comune di Hondschoote; nello stesso anno venne costruito il ponte sul canale, che andò a sostituire il traghetto per Ghyvelde.

 

Dei due stemmi (pressoché identici) dei comuni originari Bray-Dunes ha mantenuto un elemento nel proprio emblema: la banda rossa con le conchiglie e il campo d’armellino (che ricorda come Hondschoote facesse parte della contea di Fiandra) nel capo.

 

Lo stemma si blasona:“D’azur à l’ancre d’argent, munie de sa gumène du même accompagnée à senestre d’une étoile d’argent à six rayons, au chef d’hermine, à la bande de gueules chargées de trois coquillages d’Or” (D’azzurro all’ancora d’argento, munita della sua gomena dello stesso, accompagnata a sinistra da una stella di sei raggi [pure d’argento], al capo d’armellino, alla banda di rosso caricata di tre conchiglie d’oro).
Nota di Massimo Ghirardi

Profilo Araldico
“D’azzurro all’ancora d’argento, munita della sua gomena dello stesso, accompagnata a sinistra da una stella di sei raggi [pure d’argento], al capo d’armellino, alla banda di rosso caricata di tre conchiglie d’oro”.
Stemma ridisegnato
Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Colori dello scudo: argento, azzurro, rosso
Partizioni: capo

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su