Bozzolo

Home » Comuni » Bozzolo

Città di Bozzolo (MN)

Informazioni

  • Codice Catastale: B110
  • Codice Istat:
  • CAP: 46012
  • Numero abitanti: 4185
  • Nome abitanti: bozzolesi
  • Altitudine: 30
  • Superficie: 30
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 27.9
  • Distanza capoluogo: 27.9

Storia dello stemma e del comune

Secondo la leggenda la città fu fondata dai profughi dei villaggi intorno, superstiti delle devastazioni del capo unno Attila e delle sue orde, che si rifugiarono in una fitta foresta di bosso. Dopo la partenza degli invasori fondarono l’attuale capoluogo comunale prendendo a simbolo uno degli alberi che dettero rifugio e (in seguito) materiale di lavoro alla popolazione.

Lo stemma è accompagnato dal motto VIRET ET VIREBIT che significa “è verde e verde sarà” (in latino col significato di floridezza).

Bozzolo deriva con molta probabilità il nome da VAUDIOLO, cioè “piccolo guado”, ed è riportato dai documenti del IX secolo come VAUXIOLO. Sorge su un rilievo presso il fiume Oglio, che divenne nun “castrum” fortificato nel tardo Impero; nel Medioevo fu assoggettato da Cremona (alla cui Diocesi ancora appartiene) e successivamente infeudato a diverse famiglie di origine cremonese: Bovara, Persico, Cavalcabò.

Come altri Comuni dell’ “Oltre-Oglio mantovano” passò sotto il dominio dei Gonzaga di Mantova nel 1408, e dal 1478, per volontà di Ludovico fu sede comitale di un ramo cadetto della dinastia, assegnò infatti al figlio Giovan Francesco un “Condominio signorile” per sé e i discendenti che comprendeva Gazzuolo, San Martino (dell’Argine), Rivarolo, Commessaggio, Sabbioneta, Pomponesco, Isola Dovarese e Ostiano che godeva di una certa autonomia dal marchese di Mantova.

Signora di Bozzolo fu anche Vespasiano Gonzaga, poi Duca di Sabbioneta. Nel 1594 Giulio Cesare Gonzaga ottiene dall’imperatore Rodolfo II il titolo di Principe di Bozzolo e fa concedere il titolo di “città” alla sua piccola capitale.

Morto il principe Giovan Francesco II senza eredi, nel 1703 Bozzolo ritorna ai Gonzaga di Mantova, ma nel 1708 è assegnato ai Gonzaga di Guastalla, nel 1746 scomparsi questi ultimi viene avocato dall’Impero che nel 1771 lo annette al Regno Lombardo-Veneto.

Dal 1786 al 1788 per decreto di Giuseppe II è capoluogo di Provincia.

Dal 1859 entra a far parte del Regno di Sardegna (dal 1861 d’Italia).

Note di Massimo Ghirardi
Si ringrazia Alessandro Neri per la gentile collaborazione.

Probabilmente il toponimo deriva dalla voce latina “vaduciolum”, forma diminutiva di “vadum” (guado, passaggio). Tuttavia, secondo alcuni studiosi, il nome potrebbe avere origine dal latino “buxus” (bosso) oppure dal nome germanico “Boz(z)o”.

Profilo Araldico
“D’azzurro all’albero di bosso al naturale nodrito su di una campagna di verde erbosa. Ornamenti esteriori di città accompagnati dal motto VIRET et VIREBIT”. Decreto imperiale di Rodolfo II° nel 1594 D.P.R. 2004 Informazioni di Tullio Casilli.
Stemma ridisegnato

Stemma Ufficiale
Altre Immagini


Colori dello scudo: azzurro
Profilo Araldico
“Drappo granata caricato dello stemma del comune con la scritta centrata in argento: Comune di Bozzolo.”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
no gonfalone
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su