Biella

Home » Comuni » Biella

Città di Biella (BI)

no comune

Informazioni

  • Codice Catastale: A859
  • Codice Istat:
  • CAP: 13900
  • Numero abitanti: 45589
  • Nome abitanti: biellesi
  • Altitudine: 420
  • Superficie: 420
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 0.0
  • Distanza capoluogo: 0.0

Storia dello stemma e del comune

Le attestazioni antiche riportano che l’attuale denominazione della città deriva dalla trasformazione dell’originale “Bugella”, trasformatasi in “Buiella”, poi in “Buella”, quindi Biella. L’etimologia del toponimo non è agevole. Superate le ipotesi antiche che volevano vedervi una originaria “Bruticella”, a ricordo del soggiorno di Decimo Bruto, o la continuazione della celtica “betulla”, o ancora la sopravvivenza del nome di un dio celtico “Biel”, non si è fatta molta strada sulla via della reale conoscenza della questione, se non per quanto attiene alla sua generica origine preromana. Uno studioso riconduce il toponimo alla radice indoeuropea “bhag, bag”, che indicherebbe l’albero del faggio. Altri sudiosi invece hanno trovato un’interessante attinenza confrontando il nome di “Bugella” con quella della vicina “Vercellae”, riconoscendo un’identica base “cella” (luogo) e i prefissi “bu” (minore) e “ver” (maggiore). A questo punto sembra possibile avanzare un’ipotesi che, se si vuole oppositiva, vedrebbe Biella come ‘luogo abitato da quelli di sotto’ contro un Vercelli come ‘luogo abitato da quelli di sopra’. Non potendosi trattare di un’allusione morfologica, dato che Biella è più “alta” di Vercelli, si dovrà pensare ad una indicazione diversa del concetto di ‘inferiore’, in questo caso probabilmente inteso in senso militare: quindi Biella sarebbe ‘luogo abitato dai sottomessi’; tuttavia questa ipotesi è da verificare. I comuni confinanti sono: Andorno Micca, Candelo, Fontainemore, Gaglianico, Occhieppo Inferiore, Occhieppo Superiore, Pettinengo, Pollone, Ponderano, Pralungo, Ronco Biellese, Sagliano Micca, San Paolo Cervo, Sordevolo, Tollegno, Vigliano Biellese, Zumaglia. La città di Biella si fregia della Medaglia d’Oro al Valor Militare e Medaglia d’Argento al Merito Civile.
Profilo Araldico
“D’oro, all’olmo al naturale nodrito sul terrazzo erboso di verde, all’orso al naturale passante ai piedi dell’olmo”, il tutto sormontato da corona comitale gemmata per diritto concesso con ducali lettere patenti del 26 aprile 1660″. D.C.G. 7 agosto 1931
Stemma ridisegnato

Stemma Ufficiale
Altre Immagini


Colori dello scudo: oro
Profilo Araldico
“Drappo di colore rosso riccamente ornato di ricami d’oro e caricato dello stemma del Comune, con l’iscrizione centrata “Città di Biella”. R.D. 12 marzo 1931, LL.PP. 4 febbraio 1932 Gonfalone ridisegnato da Pasquale Fiumanò
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori del gonfalone: rosso

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su