Bézu-Saint-Éloi

Home » Comuni » Bézu-Saint-Éloi

Comune di Bézu-Saint-Éloi (27)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Il comune di Bézu-Saint-Éloi si trova nel dipartimento dell’Eure, nella regione dell’Alta-Normandia (Haute-Normandie). È nato dall’unione del comune di Bézu-le-Long con quello di Bézu-Saint-Éloi posti, uno sulla collina e l’altro nella valle, lungo il corso del torrente Lévrière.

Bézu potrebbe derivare dal prelatino “bez” (‘sepolcro’: ‘beziou’ al plurale) a indicare un antico sepolcreto; oppure (più probabilmente) da “bezo” (‘betulla’. Ossia ‘bosco di betulle’).

Alla fine del VII secolo il territorio (composto dai borghi di Bacivum Superius e Bacivum Inferius) apparteneva all’abbazia di Saint-Denis di Parigi,

Lo stemma del comune, di adozione recente, si blasona: “Parti: au 1er d’hermine plein, au 2e d’azur à la crosse d’or; le tout sommé d’un chef de gueules chargé d’un léopard d’or accosté de deux fers à cheval du même (Partito: al primo d’armellino pieno, al secondo d’azzurro al pastorale d’oro; il tutto cimato dal capo di rosso caricato da un leopardo d’oro accostato da due ferri di cavallo dello stesso).

La figurazione rappresenta la posizione del territorio, tra la Normandia (leopardo in campo rosso) e l’antico Ducato di Bretagna (armellino); il pastorale è simbolo sia della lunga dipendenza dall’abbazia regia i Saint-Denis, sia di saint Éloi (sant’Eligio vescovo di Noyon, 588-659, che prima di prendere i voti fu tesoriere di re Dagoberto), come anche di saint Rémi (san Remigio1, arcivescovo di Rouen, 727-771, forse figlio naturale di Carlo Martello), che è il santo al quale è dedicata la chiesa parrocchiale risalente al XII secolo.

Nota di Massimo Ghirardi

(1): da non confondere con l’altro santo omonimo più celebre, saint Rémi, arcivescovo di Reims (437-535) che battezzò re Clodoveo (Clovis).

Profilo Araldico
“Partito: al primo d’armellino pieno, al secondo d’azzurro al pastorale d’oro; il tutto cimato dal capo di rosso caricato da un leopardo d’oro accostato da due ferri di cavallo dello stesso”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: armellino, azzurro, rosso
Partizioni: capo, partito
Oggetti dello stemma ferro di cavallo, leopardo, pastorale
Attributi araldici: accostato, caricato, cimato, pieno

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su