Beuil

Home » Comuni » Beuil

Comune di Beuil (06)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Beuil (Boglio, in italiano; Bueih in provenzale) è un comune francese del dipartimento delle Alpes-Maritimes, nella regione della Provence-Alpes-Côte d’Azur. Unito al territorio francese, assieme alla contea di Nizza (Nice) dal 1860.

Antico insediamento ligure venne romanizzato col nome di Castrum Boliacum, fortificazione legata al sistema di difesa dall’antica Cimiez (presso l’attuale Nizza).

Nel 1315 gli abitanti si rivoltarono contro il loro feudatario, Guillaume Rostaing, e lo uccisero. La figlia era sposata al genovese Andaron Grimaldi il quale incorporò il territorio nei possedimenti della sua famiglia che ne ottenne il titolo prima come “signoria” poi baronale e quindi comitale. Giovanni Grimaldi di Boglio (o Jean de Beuil) verrà nominato Siniscalco di Provenza da Carlo di Durazzo nel 1387. Con quel titolo negozierà con Amedeo VII di Savoia la “dedizione” di Nizza al suo territorio (Trattato di Chambéry del 1388), ottenendone in cambio la contea di Villars e diventando così un “gran vassallo” del conte di Savoia; i suoi discendenti ricopriranno sovente la carica di Governatore della contea di Nizza (la cui titolarità era appannaggio sabaudo).

Dal 26 maggio 1581 Onorato Grimaldi (1542-1591) verrà insignito del titolo di conte di Boglio, al figlio Annibale, valoroso condottiero al servizio dei Savoia, si deve l’adozione del motto “Sono il conte di Boglio, faccio quello che voglio”. Il 22 maggio 1617, dopo innumerevoli intrighi, Annibale Grimaldi giura fedeltà al re di Francia. Carlo-Emanuele di Savoia lo fece processare dal Senato di Nizza, che lo condannò a morte per fellonia e ribellione e, malgrado le sollecitazioni in suo favore della corte di Parigi, fu decapitato il 9 gennaio 1621. Il castello di Beuil e di La Tourette furono distrutti per non divenire rifugio dei congiurati. I numerosi feudi della contea verranno in seguito suddivisi tra i Savoia e i senatori di Nizza.

Nel 1793 la Repubblica Francese annetterà Nizza e creerà il dipartimento delle Alpes-Maritimes.

Nel 1814 Nizza e la sua contea ritorneranno ai Savoia, re di Sardegna; il conte Mattei sarà investito del titolo di conte di Beuil, al quale rinuncerà per venderlo ai cittadini per 6.125 luigi d’oro.

Lo stemma civico si blasona: “D’or à l’étoile de seize rais de gueules” (D’oro, alla stella di sedici raggi di rosso); si tratta dell’emblema della famiglia Rostaing poi confluita, come abbiamo visto sopra, in quella dei Grimaldi. Annibal Grimaldi, conte di Beuil, portava: “écartelé: aux 1er et 4e d’or à l’étoile de seize rais de gueules, aux 2e et 3e fuselé d’argent et de gueules” (Inquartato: al primo e al quarto d’oro alla stella di sedici raggi di rosso, al secondo e al terzo fusato d’argento e di rosso); talvolta sostituito da un “alias”: “écartelé: aux 1er et 4e de gueules à l’étoile de seize rais d’or; aux 2e et 3e fuselé de gueules et d’argent” (Inquartato: al primo e al quarto di rosso alla stella di sedici raggi d’oro, al secondo e al terzo fusato di rosso e d’argento).



Anche il Comune sembra non avere le idee molto chiare, infatti sulla sua carta intestata fa uso di una versione brisata: “De gueules à l’étoile de seize rais d’argent; au chef du même chargé de l’inscription BEUIL de sable” (Di rosso, alla stella di sedici raggi d’argento; al capo dello stesso caricato della scritta BEUIL di nero), mentre una versione leggermente differente può essere vista sul sito comunale (http://beuil.fr/): “De gueles à l’étoile de seize rais d’argent; au chef du même chargé de l’inscription BEUIL d’azur” (Di rosso, alla stella di sedici raggi d’argento; al capo dello stesso caricato della scritta BEUIL di azzurro).

La stella a sedici raggi è considerata un po’ il simbolo della regione, molti stemmi della zona infatti la mostrano nelle loro armi.

Nota di Massimo Ghirardi, Giovanni Giovinazzo e Daniel Juric

Bibliografia

Pierre-Jean Ciaudo, Armoiries et institutions des Communes des Alpes-Maritimes, du Comte de Nice ed de la Principaute de Monaco, Editions “Europ’ Hérald Azur”, Nice 1992, p. 101
Profilo Araldico
“D’oro, alla stella di sedici raggi di rosso”
Stemma ridisegnato

collaborazione 84640

collaborazione 84641

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: oro

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Torna su