Amatrice

Home » Comuni » Amatrice

Comune di Amatrice (RI)

Informazioni

  • Codice Catastale: A258
  • Codice Istat:
  • CAP: 2012
  • Numero abitanti: 2717
  • Nome abitanti: amatriciani
  • Altitudine: 955
  • Superficie: 955
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 43.9
  • Distanza capoluogo: 43.9

Storia dello stemma e del comune

Il toponimo può derivare dalla voce “matrice”, nel senso che Amatrice, per molti anni nel passato fu sede della chiesa principale acquistando preminenza sui villaggi vicini. Secondo altri storici il nome può derivare dal latino “matrix-icis”, nel senso di ‘gora, canale’. Il comune di Amatrice fa parte della Comunità Montana Zona VI del Velino. I comuni confinanti sono: Accumoli, Campotosto, Montereale, Cortino, Rocca Santa Maria, Valle Castellana, Crognaleto, Cittareale. Gli amatriciani furono fierissimi sostenitori della casata di Svevia e resistettero alla autorità di Carlo I d’Angiò fino al 15 settembre 1274 quando la città fu espugnata per la seconda volta (e qualche anno dopo la morte di Corradino di Svevia quindi veramente irriducibili). Furono con Carlo I però quando Pietro III di Aragona genero di Manfredi arrivò in Italia a rivendicare il regno. A questo proposito un documento del 1283 attesta che Carlo II fece pubbliche lodi all’Amatrice ad Accumoli, Arquata e Montereale per la loro fedeltà in questa circostanza. Da notare che anche il vicinissimo comune di Accumuli alleato storico di Amatrice ha un perfetto Capo d’Angiò. (Pag 26 “Amatrice e le sue ville”). Si ringrazia il sig. Diego Cesarei per le informazioni relative allo stemma.
Profilo Araldico
“Croce in campo rosso sovrastata da un rastrello con tre gigli in campo azzurro”.
Stemma ridisegnato

Stemma Ufficiale
Altre Immagini





Colori dello scudo: azzurro, rosso
Partizioni: capo
Profilo Araldico
“Drappo partito di rosso e di azzurro…”
Gonfalone ridisegnato
Gonfalone Ufficiale
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su