Comune di Achères-la-Forêt (77)

Informazioni

Storia dello stemma e del comune

Achères-la-Forêt è un comune del dipartimento di Seine-et-Marne, nella regione Île-de-France.

Il toponimo compare come Acheriæ intorno al 1132 e ancora nel 1137, per poi mutarsi in Escheres nel 1164, la sua chiesa viene attestata come Parrochia Achiarum nel 1173, de Acheriis nel 1190, nel 1276 assume il nome di Achière-en-Beausse.

Deriva dal plurale latino Villas Apiarias, che significa “fattorie con arnie”, da apiarium (apiario, letteralmente: “insieme di api”). Evidentemente questa redditizia attività (il miele era uno dei pochi dolcificanti dell’antichità, al punto che certe regioni di Francia avevano delle leggi che punivano con la morte chi distruggeva volontariamente le arnie) era diffusa già nell’antichità nella foresta di Fontainebleau.  Nelle attuali frazioni di Mont à Grillon, Vallée aux Châteaux, Bel Air si svolgevano le cacce reali fino al 1789.

Anche lo stemma ricorda questa origine, mostra un albero, simbolico della foresta, sormontato da un capo che, a prima vista, potrebbe essere scambiato per “napoleonico”, invece è un richiamo alle api che hanno dato origine al nome. Si blasona: “D’or à un arbre arraché au naturel; au chef d’azur semé d’abeilles d’or” (d’oro ad un albero sradicato al naturale; al capo d’azzurro seminato d’api d’oro).

Nel 1926 il nome era semplicemente Achères, e riuniva il territorio di Meun, dove si trovava il municipio e la scuola, con quello di Achères vera e propria, dove era la chiesa parrocchiale.



Note di Massimo Ghirardi
Profilo Araldico
“D’oro ad un albero sradicato al naturale; al capo d’azzurro seminato d’api d’oro”.
Stemma ridisegnato

Disegnato da: Massimo Ghirardi

Stemma Ufficiale
no stemma
Altre Immagini
Nessun'altra immagine presente nel database
Colori dello scudo: azzurro, oro
Partizioni: capo
Oggetti dello stemma albero, ape
Attributi araldici: seminato, sradicato

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,