Catenanuova


Comune di Catenanuova – (EN)

Informazioni

  • Codice Catastale: C353
  • Codice Istat:
  • CAP: 94010
  • Numero abitanti: 5079
  • Nome abitanti: catenuovesi
  • Altitudine: 170
  • Superficie: 170
  • Prefisso telefonico: 0
  • Distanza capoluogo: 46.9

Storia dello stemma e del comune

Il comune fu anticamente conosciuto con il nome di Meliscreta. L’attuale toponimo è di origine incerta; si pensa che “Catena” possa derivare dal greco “katà aìthon”, di significato sconosciuto.

I comuni confinanti sono: Agira, Castel di Judica, Centuripe, Regalbuto.

Stemma Ridisegnato


Stemma Ufficiale


Logo


Altre immagini



Profilo araldico


“Interzato in calza ritondata: il PRIMO, di azzurro, alla torre d’oro, murata di nero, chiusa e finestrata dello stesso, merlata di tre, ogni merlo a sua volta merlato di tre piccoli merli alla guelfa, addestrata dalla punta di alabarda, posta in banda, d’argento, essa torre accompagnata all’ingiù da quattro stelle di sei raggi d’oro, tre e una, alternate dalla fascia diminuita, dello stesso; il SECONDO, d’oro, al libro d’argento, aperto, con i tagli di rosso, accompagnato in capo dall’arcobaleno di cinque pezzi, di azzurro, d’oro, di rosso, d’argento, di verde; il TERZO, campo di cielo, alla effigie di San Prospero Martire, quale rappresentato come patrono di Catenanuova, in maestà, aureolato d’oro, il viso, le mani, le gambe di carnagione, capelluto di nero, vestito con la tunica d’oro, munita del colletto d’argento, con la sovrattunica aperta, di azzurro, con il grande manto di rosso, con gli stivali di cuoio al naturale, il Santo tenente con la mano destra la palma del martirio, di verde, con la mano sinistra il vessillo di porpora con l’asta di nero, essa effigie sostenuta da esiguo basamento d’oro, questo fondato in punta. Sotto lo scudo, su lista bifida e svolazzante d’oro, il motto, in lettere maiuscole di nero, LEX DOCTRINA ET LABOR MUNUS MEUM. Ornamenti esteriori da Comune.”

DPR 7 aprile 2003

Gonfalone ridisegnato


Gonfalone Ufficiale


Profilo Araldico


“Drappo di porpora.” (D.P.R. del 7 aprile 2003).

Colori del gonfalone: porpora

Legenda: Stemma, Gonfalone, Bandiera, Città, Sigillo, Altro,

    • Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 07/04/2003